L’Atto di Crescita per la Liguria e le sue piccole imprese

«Un’importante legge generale, che afferma principi fondamentali da Luca Costi Confartigianato Ligurianoi espressi in più occasioni, come per esempio la riduzione delle tasse, la semplificazione delle norme e dei controlli, gli incentivi e l’accesso al credito e la riforma delle società partecipate». È questo il commento di Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria all’approvazione da parte della giunta regionale del “Growth act”, il piano per la crescita della Liguria.

La legge contiene le principali aree di intervento per lo sviluppo del territorio su cui l’amministrazione regionale intende investire nel prossimo quinquennio. Tra gli elementi più importanti, l’esenzione fino al 100% dell’addizionale Irap per chi vuole fare impresa in Liguria e incentivi economici agli imprenditori che vogliono creare posti di lavoro sul territorio. Al centro del Growth Act anche interventi su sanità, tutela del territorio, deregolamentazione e procedure più snelle per micro e piccole imprese e cittadini, in un’ottica di rilancio a 360 gradi della filiera economica della Liguria.

«Riteniamo altrettanto positive e fondamentali – spiega Costi – le modalità di gestione della legge, che prevede un raccordo sempre più stretto con le associazioni di categoria nella costruzione dei provvedimenti e un monitoraggio costante delle azioni e del conseguente impatto sulle imprese. Ora ci aspettiamo un iter rapido e l’avvio parallelo e immediato delle attività previste».