“Reti per la democrazia”: in un convegno alla Camera, le nuove forme di partecipazione e attivismo online

“In che modo la tecnologia può facilitare la partecipazione delle persone alle scelte politiche? E come dovrebbero rapportarsi le istituzioni alle pratiche di cittadinanza digitale per tentare di colmare il fossato di disaffezione e sfiducia creatosi negli ultimi anni tra cittadini e politica?” Sono solo alcune delle domande alle quali la campagna Riparte il futuro e altri esperti web campaigners italiani proveranno a rispondere nel convegno ‘Reti per la democrazia – Nuove forme di partecipazione e attivismo online’, che si terrà nella Sala del Mappamondo di Montecitorio, martedì 17 novembre, a partire dalle ore 10,30.

Eugenio Orsi, project manager di Riparte il futuro, illustrerà l’iter e i risultati raggiunti in circa tre anni dalla campagna contro la corruzione. “La nostra mobilitazione – spiega Orsi – tenta di trasformare l’indignazione contro un fenomeno sistemico che affligge il nostro Paese in un vigoroso dibattito inclusivo, al fine di superare le inerzie che ostacolano le riforme necessarie grazie all’uso massiccio delle nuove tecnologie”.

Le altre esperienze di web campaigning saranno raccontate da Luca Francescangeli di Change.org e Roberto Picerno di OI Engine – IDEO.

Aprirà i lavori la Presidente della Camera, Laura Boldrini. Il dibattito sarà introdotto da una relazione del professor Luigi Ceccarini e moderato dal giornalista Marco Damilano.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Camera. Il suo hashtag è #cittadinanzadigitale.