Sabato a Noli, due fisarmoniche rileggono la musica di Bach

Per la prima volta le grandi pagine musicali di Johann Sebastian Duo DissonaAnce dop1Bach saranno rilette dal virtuosismo di due dei maggiori fisarmonicisti europei, Roberto Caberlotto e Gilberto Manenghin.

Il concerto, intitolato “DissonAnce interpreta Johann Sebastian Bach” costituisce una tappa del festival itinerante “Meditazioni sonore 2015”, che sta girando l’Italia.

Eccezionalmente, il concerto si svolgerà nella Cattedrale di San Pietro a Noli, sabato 31 ottobre, alle 16,30. L’ingresso al concerto è libero.

La stagione è organizzata dalla Filarmonica “Amici dell’arte” di Noli in collaborazione con l’associazione “Allegro con Moto” e il sostegno della Fondazione De Mari e del Comune di Noli.

Spiegano i musicisti: «Riscrivere è l’esigenza per uno strumento di appropriarsi di pagine che sembrano non appartenergli ma che invece si rivelano credibili dopo un sapiente lavoro di trascrizione. L’esempio scaturisce da un Vivaldi ri-scritto dalla sensibilità del Bach organistico e prosegue con senso di continuità nell’operazione svolta per la fisarmonica dal nostro duo».

La stagione continuerà il 15 novembre con il Quartetto Italiano di Clarinetti, il 29 novembre si svolgerà lo spettacolo “L’Italia del 1915. Parole, figure e musiche della Grande Guerra”, il 13 dicembre sarà la vota di un pomeriggio dedicato ai pescatori di Noli.

Il tradizionale spettacolo natalizio per bambini andrà in scena il 3 gennaio con i Sonastorie. Il 24 gennaio, toccherà a Paolo Zavattaro con il Trio Klezmer. Uno spettacolo sulla musica degli anni Trenta si svolgerà il 7 febbraio. I “Londoner trio” di Hayd si potranno ascoltare in una prestigiosa esecuzione il 21 febbraio. Il 6 marzo sarà la volta dello spettacolo teatrale e musicale “Il medico di Brassens”, il 20 marzo arriverà la Camerata Musicale Ligure. La stagione sarà chiusa il 3 aprile da Alessia Martegiani e con il trio di Maurizio Di Fulvio.

Duo dissonAnce – Nasce dalla comune sensibilità nel voler “cavare” un’identità diversa dallo strumento ad ance solitamente più noto per i suoi trascorsi nel repertorio folclorico: la fisarmonica. In quest’ottica la formazione propone riletture ed adattamenti di musica dedicata a generici strumenti da tasto o a tastiere ben specifiche (organo, clavicembalo) parallelamente ad un’opera di formazione e conoscenza verso i compositori, stimolandoli a produzioni originali per questa formazione. Composto da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, entrambi diplomati con il massimo dei voti e la lode in fisarmonica classica presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, il duo è attivo dal 2005 ed ha suonato in prestigiose sedi e stagioni concertistiche italiane ed estere. Il duo ha collaborato ed eseguito in prima assoluta opere di illustri compositori italiani tra i quali Ennio Morricone, Paolo Ugoletti, Francesco Schweizer, Fabrizio De Rossi Re, Andrea Talmelli, Mario Pagotto, Tiziano Bedetti, Gianmartino Durighello, Massimo Priori, Lorenzo Fattambrini, Riccardo Riccardi, Daniele Venturi, Rolando Lucchi e altri. Ha al suo attivo collaborazioni con altre formazioni musicali (Orchestra d’Archi Italiana, Orchestra da Camera – Ensemble Zandonai di Trento). Le loro produzioni discografiche sono state trasmesse a Rai Radio 3 e Radio Belgrado.