Giornalismo ambientale: al via al Campus Universitario di Savona la XV edizione del Corso Laura Conti

Si è tenuta questa mattina nella sala della Giunta del Comune di Quarto potere giornali 01Savona, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Jorg Costantino, la conferenza stampa di apertura della quattordicesima edizione del Corso EuroMediterraneo di giornalismo ambientale Laura Conti. Organizzata nel Campus Universitario di Savona da Editoriale La Nuova Ecologia in collaborazione con Legambiente e in partenariato con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’iniziativa si conclude il 4 dicembre. All’incontro hanno partecipato Alessandro Berta, Vicepresidente SPES S.c.p.A., Mario Salomone Presidente della Federazione Italiana dei Media Ambientali, Giorgio Mallarino Presidente Federabitazione Liguri. Coordina: Luca Biamonte, Direttore Corso Laura Conti.

Il percorso formativo, unico nel nostro Paese, ha permesso a oltre la metà dei partecipanti di entrare nel mondo del lavoro attraverso nuove collaborazioni o di riqualificare i rapporti già avviati. Il Corso Laura Conti propone ogni anno incontri con grandi giornalisti, docenti universitari ed esperti di settore. Un programma articolato in sei settimane, ciascuna dedicata a un argomento specifico: dai Fondamenti di ecologia globale alle Tecniche di giornalismo, alla Legislazione ambientale.

In programma lezioni sul dissesto idrogeologico e sui Cambiamenti climatici con particolare attenzione all’imminente Conferenza di Parigi (COP21), e un’intera giornata con l’ingegner Alexei Sorokin, sul sistema energetico sostenibile. Tra i giornalisti Franco Foresta Martin (Il Corriere della Sera), Antonio Cianciullo (La Repubblica) e Paola Bolaffio (Direttore Giornalisti Nell’Erba). Anche quest’anno Tiziana Ribichesu (Vice Capo Redattore Giornale Radio Rai) dirigerà un laboratorio radiofonico finalizzato alla realizzazione di un Gr che verrà registrato presso gli studi di Radio SavonaSound. Spazio al tema dei rifiuti col vicepresidente di Legambiente Stefano Ciafani e alle storie di ecomafia e antimafia con Toni Mira (Capo Redattore Avvenire) e Antonio Pergolizzi (Coordinatore Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente).

Il corso si rivolge a giornalisti professionisti e pubblicisti ma è aperto anche a laureati e diplomati interessati ad approfondire le tematiche ambientali e le tecniche di comunicazione. Una full immersion di 220 ore di lezioni teoriche, workshop e laboratori: impegnerà i 17 corsisti, selezionati in una rosa di oltre 200 domande di partecipazione, nell’approfondimento di tematiche scientifico-naturalistiche, normative e di comunicazione giornalistica.

Ogni studente lavorerà all’interno di un laboratorio redazionale per redigere articoli finalizzati anche alla pubblicazione di uno speciale de La Nuova Ecologia: sarà realizzato durante il workshop finale in cui gli studenti produrranno servizi sulle tematiche ambientali.

Durante i fine settimana saranno organizzate visite guidate nel territorio ligure.

Al termine del corso gli studenti riceveranno un attestato di partecipazione e di valutazione oltre alle dispense e i materiali dei singoli docenti.

Nel corso del 2016, inoltre, molti tra i partecipanti potranno proseguire la formazione, seguendo stage presso redazioni di media nazionali e uffici stampa di associazioni e istituzioni.

L’iniziativa è realizzata in partenariato con l’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia e ha ricevuto i seguenti patrocini: Ministero dell’Ambiente, Comune di Savona, Campus Universitario di Savona, Federparchi, Federazione Italiana Media Ambientali ed Enea.

Il Corso ha ricevuto contributi da: Gruppo Waste Italia, Terna Group, Castalia, Cobat. Consorzio obbligatorio degli oli usati, Ecopneus, Novamont.