Guerello confermato Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Liguria (CAL)

Giorgio Guerello, Presidente del Consiglio Comunale di Genova e 1 - CAL - Insediamento calCoordinatore della Conferenza dei Consigli Comunali di Anci Liguria, è stato confermato all’unanimità Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Liguria (CAL). L’elezione si è svolta questa mattina nel corso della seduta di insediamento del nuovo Consiglio delle Autonomie Locali, che si è tenuta presso la sede della Città Metropolitana di Genova, in Piazzale Mazzini 2 a Genova.

Pierangelo Olivieri, Sindaco di Calizzano, è stato eletto Vice Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Liguria. Alla Segreteria Tecnica del CAL, gestita da ANCI Liguria, è stato infine nominato Pierluigi Vinai, Segretario Generale di ANCI Liguria.

Organo di consultazione tra Regione ed enti locali, previsto dalla Costituzione, il CAL è il “parlamentino” della Liguria e, attraverso i suoi 29 componenti, rappresenta la Città Metropolitana di Genova, le Province di Savona Imperia e La Spezia, e i 235 Comuni liguri. L’elenco dei componenti del nuovo CAL è consultabile al seguente link http://www.cal.liguria.it/membri-del-cal

Con l’insediamento del nuovo CAL si completa così la composizione degli organi di rappresentanza regionale, all’insegna della sinergia e della collaborazione fattiva e costante tra gli enti locali nell’interesse della comunità del territorio ligure.

Il Consiglio delle Autonomie Locali è infatti un organo regionale di rilevanza costituzionale, istituito in Liguria nel 2006, secondo l’articolo 123 della Costituzione, la quale dispone che “in ogni regione lo Statuto disciplina il Consiglio delle autonomie locali, quale organo di consultazione con la Regione e di rappresentanza degli Enti locali”. Il Consiglio può riunirsi allo scopo di esaminare le linee generali dell’indirizzo politico regionale e statale sul sistema delle Autonomie, formulare proposte in materia da inviare al Consiglio regionale – Assemblea legislativa ed alla Giunta regionale e soprattutto esprimere pareri obbligatori sui progetti e disegni di legge regionali inerenti le materie di competenza degli Enti locali.

Tra i primi provvedimenti su cui il nuovo CAL sarà chiamato a lavorare ed esprimersi ci sono l’assestamento del bilancio di previsione della Regione Liguria, la modifica della Legge Regionale 17/2012 che disciplina le sale da gioco e le norme regionali in materia di cimiteri per animali.

Le procedure di insediamento, che hanno preceduto l’elezione, sono state coordinate dal presidente del Consiglio regionale Francesco Bruzzone. «Nonostante il Titolo V della Costituzione sia oggetto di una revisione profonda che potrebbe condurre, tra l’altro, all’abolizione di organi come il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, – ha dichiarato il presidente Bruzzone – l’importanza dei Consigli delle Autonomie locali non viene messa in discussione dal legislatore. Il Cal, infatti, imposta un nuovo modello di collaborazione tra la Regione e gli Enti locali, rafforzando la cooperazione istituzionale».

Il presidente ha, quindi, ripercorso la storia del Consiglio delle autonomie locali della Liguria, istituto nel 2006, fino al 2011 quando la riforma legislativa ha determinato, fra l’altro, la riduzione del numero dei componenti del Cal, l’aumento percentuale dei componenti elettivi del Consiglio rispetto ai componenti, il diretto coinvolgimento di Anci e URPL e la semplificazione dei procedimenti. «In questa nuova configurazione, il Consiglio delle Autonomie locali ha sperimentato un forte impulso della propria attività e sono convinto – ha concluso il presidente – che il Consiglio che insediamo oggi valorizzerà ulteriormente il proprio ruolo istituzionale, partecipando ancora più attivamente al processo legislativo regionale».

Subito dopo, il vicepresidente di Anci e sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi, ha proposto Giorgio Guerello, presidente uscente, come candidato alla presidenza. Il Consiglio ha approvato all’unanimità.