Loano, domenica si conclude il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana

Domenica 27 settembre, a Loano, il Premio Nazionale Città di Loano Riccardo Tesi e Banditaliana1per la musica tradizionale italiana, ospiterà una nutrita rappresentanza di festival italiani di musica popolare e tradizionale, direttori artistici e giornalisti musicali.

L’occasione di incontro per gli operatori culturali del settore sarà il seminario dal titolo “Il sogno di organizzare un festival e di non chiuderlo prima di svegliarsi”.

Al meeting di studio Luigi Chiriatti (Notte della taranta), Nando Citarella (Etnie), Paolo Dall’Ara (Ététrad), Andrea Del Favero (Folkest), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Remo Giordano (Uvernada), Enrico Grammaroli (Circolo Gianni Bosio), Mauro Palmas (Mare e Miniere), Roberto G. Sacchi (Folkbulletin), Riccardo Tesi (Quarrata Folk Festival), Jacopo Tomatis (Il giornale della musica), Davide Valfrè (Folkclub di Torino), John Vignola (Premio Città di Loano).

Il seminario propone un momento di riflessione su temi oggi centrali per chi opera a vario titolo nella promozione della musica tradizionale contemporanea. Nel corso del seminario saranno affrontate tre tematiche: il rapporto tra i festival e il territorio, quali contenuti e per chi? come trovare le risorse.

L’obiettivo del seminario è quello di promuovere un confronto teorico-pratico, con l’intento di condividere conoscenze sui modelli organizzativi e le buone pratiche che consentono alla progettazione culturale di gettare basi solide e durature.

Il seminario si propone di far dialogare realtà diverse, di mettere a fuoco la molteplicità e la diversità delle storie e, nello stesso tempo, di individuare e condividere i punti comuni con l’intento di costruire un quadro complessivo, frutto di una riflessione comune. L’intento ultimo è quello far emergere le priorità e i temi che ciascuno dei partecipanti potrà riportare nella propria realtà, rielaborare e trasformare in azioni concrete.

L’edizione 2015 del Premio Città di Loano si chiuderà, alle ore 21.15, in Palazzo Doria, con la consegna del Premio Miglior Album 2014 a Riccardo Tesi & Banditaliana per il disco “Maggio” (Visage Music/Materiali Sonori). Il riconoscimento alla migliore produzione musicale del 2014 è stato decretato da una prestigiosa giuria composta da oltre sessanta

giornalisti musicali. Alla premiazione seguirà il concerto. “Maggio” rappresenta una nuova tappa nel lungo viaggio di Banditaliana in quel Mediterraneo immaginario che da sempre ispira la sua musica, fresca e solare, senza frontiere, dove si fondono tradizione e innovazione. Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici e arrangiamenti raffinati costituiscono la cifra stilistica del gruppo fondato da Riccardo Tesi nel 1992. Canzoni che raccontano di mari, di viaggi, di ricordi e di speranza. In “Maggio” immancabili sono le composizioni strumentali in cui i ritmi della tradizione meridionale si fondono con improvvisazioni e sonorità contemporanee, con elementi che tradiscono un amore mai sopito per il “progressive”. Il tutto ben accompagnato da canti rituali della montagna toscana, echi di liscio traslato in chiave “balkan”.

Il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana è organizzato dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con la direzione artistica di John Vignola, il contributo della Fondazione A. De Mari e il patrocinio della Regione Liguria, dell’ANCI e del MEI.