A Savona il Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra

Si terrà il 29 e il 30 di ottobre 2015, a Savona, la sedicesima edizione Voci Ombra Festivalde Il Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra, la più importante manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio, nella consapevolezza che il doppiaggio italiano è sicuramente, a livello di professionalità, il migliore in assoluto.

Il Festival è promosso dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Savona e dall’Unione Industriali di Savona con il Patrocinio della Regione Liguria, dell’Università di Genova, del Campus di Savona e Spes che lo gestisce, dell’Ufficio Scolastico Regionale Ligure, dell’Università di Milano Bicocca, dell’Università di Bologna con il dipartimento di Forlì, dell’AIDAC (Associazione Italiana dialoghisti e adattatori cinetelevisivi), dell’AGIS, della Liguria Film Commission, di Confassociazioni e dei due comuni Thiene e Santorso per le location messe a disposizione durante la realizzazione del pre promo della manifestazione, creato dai video maker vicentini di Nero Voce. Main sponsor Carispezia e Walking Adv.

Dopo quindici anni di guida artistica del critico Claudio G.Fava, ormai scomparso, ora sotto la direzione di Tiziana Voarino e del Prof. Felice Rossello la manifestazione, rinnovata nel sito, nel logo e nell’immagine, si ripropone con questa sedicesima edizione di rilancio.

Anche la giuria ha nuovi membri e nuove sezioni. Il presidente è Steve della Casa, il presidente onorario è Enrico Lancia. Gli altri componenti sono Morando Morandini, Baba Richerme, Veronica Pivetti, Renato Venturelli, Francesco Gallo, Alessandro Boschi, Fabio Melelli, Massimo Giraldi, Antonio Genna e Tiziana Voarino. Hanno selezionato i film e i prodotti televisivi , della stagione appena trascorsa, meritevoli dei Premi “Anello d’Oro” (l’anello di pellicola era la vecchia unità di misura del doppiaggio, attualmente sostituito dal meno poetico time code) per le varie categorie del doppiaggio sia per il cinema sia per la televisione: miglior voce protagonista maschile e femminile, miglior voce non protagonista, miglior doppiaggio generale. Sono inserite anche nuove sezioni con i giurati: Bruno Gambarotta e la Prof.ssa Delia Chiaro, Arturo Villone e Stefano Ferrara, Maurizio Di Maggio, Lorenzo Doretti, Simone Galdi, Lorenzo Mosna e Fabrizia Malgeri. La Targa Claudio G. Fava sarà la targa alla carriera e la Targa Bruno Astori sarà il premio al doppiatore emergente.

La serata d’onore, con consegna dei premi, si svolgerà alle ore 21, venerdì 30 ottobre, nel prestigioso Teatro Chiabrera. Molte le altre iniziative, tutte a ingresso gratuito: una tavola rotonda internazionale, giovedì 29, dedicata ad approfondire gli aspetti più spinosi del doppiaggio a cui parteciperanno accademici, esperti e professionisti della trasposizione multimediale e della postproduzione. Il luogo scelto per lo svolgimento, la Pinacoteca civica, sottolinea lo stretto collegamento tra arte pittorica e opere filmiche. In serata, alle 21, un blog talk al Nuovo Film Studio, presso le Officine Solimano, permetterà confronti con il pubblico ed esempi di doppiaggi in diretta. Venerdi 30 ottobre, alle 11,30, un book talk , spazio per la presentazioni di libri sul cinema e il doppiaggio, animerà Piazza Chabrol con la partecipazione di importanti giornalisti che si occupano di cinema.

Voci nell’Ombra ha una chiara e spontanea vocazione nazionale e mediatica, gli organizzatori hanno impostato il progetto in modo tale da coinvolgere il territorio e valorizzarlo. Sono savonesi Imelda Bassanello e Laura Tarabocchia: hanno creato i riconoscimenti che saranno consegnati, delle vere opere d’arte.

Il Liceo Artistico Arturo Martini non solo ha creato gli Anelli d’Oro in vetro, materiale i cui manufatti sono riconosciuti come peculiari dell’area. Come ogni altra scuola, elementare, media e superiore della città, è inclusa nell’iniziativa che prevede una votazione utilizzando la app ”Il festival del doppiaggio”, scaricabile su smartphone e tablet, creata dallo Sportello del Marketing di Milano. Otto voci, otto beniamini del pubblico televisivo di età scolare: un mezzo, per informarli su cosa è il doppiaggio, sulle figure che partecipano al processo di trasposizione dalla lingua originale all’ italiano, sull’importanza di padroneggiare la nostra lingua in tutte le sue sfumature per adattarsi ai meccanismi di un idioma diverso e ai costumi e tradizioni di paesi differenti dal nostro. L’iniziativa è appoggiata dall’Ufficio Scolastico Provinciale.

Il Festival avvierà, in collaborazione con il Campus di Savona e Spes, anche un percorso formativo per la professione di attore /doppiatore e delle varie professioni collegate al doppiaggio: punta a divenire il primo corso accademico del settore. Il giorno antecedente all’inizio del Festival, il 28 ottobre presso il Music Lab di Savona si svolgerà un corso di avvicinamento al doppiaggio a cura di ODS di Torino, da molto tempo scuola e studio di doppiaggio. L’assessore alla cultura e alle politiche giovanile Elisa Di Padova aggiunge: “con il Festival Nazionale del Doppiaggio, si conferma l’attenzione che vogliamo rivolgere al cinema dopo i risultati estremamente felici della rassegna estiva Cinema in Fortezza. Dal cinema che si vede, spostiamo quindi l’attenzione al cinema che si ascolta e di conseguenza puntiamo i fari su un mestiere affascinante e spesso poco conosciuto al grande pubblico. Mi fa piacere sottolineare come tutti i luoghi fulcro della cultura e della creatività della città siano coinvolti in questa nuova edizione del Festival che vede attivate sulla nostra città felici collaborazioni soprattutto per quello che riguarda l’ambito formativo, in prima battuta con il Campus di Savona, alla scoperta di un mestiere che è profondamente legato all’industria culturale e da cui possono nascere nuove opportunità sul nostro territorio”.