Loano: “Concerto per clarinetto ed archi” con il Quintetto Meneghino

Sabato 19 settembre, a Loano, proseguirà la rassegna “I Concerti dei QUINTETTO MENEGHINOTurchini”, organizzata dalla Confraternita delle Cappe Turchine con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano.

Alle ore 21.00, l’Oratorio N.S. del SS. Rosario, ospiterà un nuovo appuntamento del programma dedicato a “Le musiche dell’anima”. Protagonista del concerto di musica sacra sarà il Quintetto Meneghino con il “Concerto per clarinetto ed archi”.

Il Quintetto Meneghino nasce dall’incontro di cinque giovani e talentuosi musicisti accumunati da un profondo amore per la musica da camera. Ensemble di recente formazione, fin da subito si è distinto in ambito accademico e concertistico per le squisite abilità tecniche e la musicalità raffinata, dettate da uno studio attento e meticoloso dei dettagli, grazie alla guida costante di Luca Braga, docente di Musica da Camera presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.

La formazione – composta da Lorenzo Paini clarinetto, Lucia Zanoni, Margherita Miramonti Violini, Susanna Tognella Viola, Giovanni Volpe Violoncello – recentemente si è aggiudicata il Premio Arnaldo Rancati, istituito dal Conservatorio di Milano e dedicato esclusivamente alla musica da camera, e il primo premio assoluto al primo Concorso Internazionale Premio Contea.

Il quintetto ha inoltre partecipato a numerosi festival e rassegne tra cui: “Concertiamo 2014” nella Sala Puccini del Conservatorio, “Segnano in musica”,  “Spazio Concertiamo” nella villa di Breme Forno (Cinisello Balsamo), “Abbazie Arte e Musica” nella Certosa di Vigano. Inoltre, hanno suonato nella stagione concertistica organizzata dall’Associazione “Amici del Loggione del Teatro alla Scala” e in quella della Società Umanitaria e dell’Orchestra UniMi.

Il programma della serata prevede l’esecuzione delle composizioni: “Quintetto per clarinetto e archi in La maggiore KV 581 Stadler” di W. A. Mozart e “Quintetto in Si minore per clarinetto e archi, op. 115” di J. Brahms.