Festival di Verezzi: sipario su ‘Cancun’ con Mariangela D’Abbraccio

di Laura Sergi – Dopo la regia in ‘Figli di un Dio minore’ di Mark DAbbraccioMedoff, in Prima Nazionale al 49° Festival di Verezzi il 2 e il 3 agosto, Marco Mattolini sigla la sua seconda fatica con: ‘Cancun’, di Jordi Galçeràn, martedì 11 agosto (inizio alle 21.30), nella traduzione di Ilaria Panichi e Pino Tierno. Sul palco di Piazzetta Sant’Agostino: Mariangela D’Abbraccio, Blas Roca Rey, Giancarlo Ratti e Nicoletta della Corte; scene di Francesco Fassone, costumi di Andrea Stanisci, musiche di Massimiliano Forza, disegno luci di Bruno Guastini.

In questa nuova Prima Nazionale Assoluta, eccezionalmente in calendario per una sola serata, sono sotto l’occhio attento del commediografo catalano i rapporti odierni fra uomo e donna, fra marito e moglie. Due coppie si recano in vacanza a Cancun: Francesca con Giovanni e Laura con Paolo; quattro persone che, da oltre vent’anni, sono anche tutti amici tra loro. Il posto che li accoglie è bellissimo, pare una favola, tanto che una sera, dopo qualche drink di troppo, importanti segreti vengono finalmente alla luce, mentre sarebbe stato davvero meglio se fossero rimasti tali!

Un testo tratteggiato in maniera ironica e divertente, che via via assume un’aria più impegnata: cosa dobbiamo aspettarci, se la nostra vita non è stata poi così bella quanto speravamo? In questa prova, sicuramente eccezionale sarà tutto il cast, ma in maniera particolare la D’Abbraccio, grande attrice ne ‘La gatta sul tetto che scotta’ dell’edizione 2004 (oggi fra gli interpreti di ‘Un posto al sole’ su RaiTre); l’artista poliedrica si caratterizza per una recitazione continuamente sospesa fra la dolcezza e l’evanescenza, l’allusività e la malizia, la gentilezza e la galanteria.

E questo è il penultimo appuntamento in calendario della Rassegna verezzina, dedicata alla Francia e alla sua Cultura. Per l’ultimo spettacolo occorrerà superare il Ferragosto, e attendere il 18 quando, per ben quattro serate consecutive, ci sarà: ‘Ieri è un altro giorno’ di Sylvain Meyniac e Jean François Cros, regia di Eric Civanyan (con Antonio Cornacchione, Gianluca Ramazzotti e Milena Miconi), un evento che si presenta quale candidato naturale per il Premio Camera di Commercio di Savona del prossimo anno (conferito allo spettacolo che, nella precedente edizione edizione della
Rassegna, ‘si sia distinto particolarmente, coniugando la qualità dell’allestimento e della recitazione al gradimento del pubblico, dimostrando la capacità di catalizzare l’interesse dei media per il nostro territorio’).
Ne riparleremo presto (nella © foto copyright del Festival, la D’Abbraccio).