L’Hotel Galleano di Andora festeggia i 60 anni di attività

Andora. Festeggia i 60 anni di attività l’Hotel Galleano di Andora. Il Riconoscimento Galleanosindaco di Andora Mauro Demichelis ha consegnato domenica a Pietro Galleano e a sua moglie Anna una pergamena celebrativa con le immagini delle antiche strutture alberghiere di famiglia.

“Con la sua lunga attività, l’Hotel Galleano è davvero uno dei simboli della storia turistica di Andora – ha detto il sindaco Mauro Demichelis – La famiglia Galleano ha dimostrato, fin dall’inizio della sua attività ai primi del novecento, una grande lungimiranza ed ancor oggi Pietro Galleano, sia in qualità di Presidente dell’Associazione Albergatori che come imprenditore, è sempre attento ai nuovi bacini turistici a cui dare servizi specifici. Una strategia giusta, in sintonia con le evoluzioni del mercato, perché oggi non si deve puntare al solo turismo famigliare e balneare, ma costruire un’offerta specifica per ogni potenziale turista, sia esso interessato agli sport di mare, alle bellezze dell’entroterra o all’enogastronomia”.

L’Albergo Galleano aprì i battenti nel 1955 ad opera di Angelo Galleano, che inaugurò i primi due piani. Era figlio d’arte e la tradizione di famiglia nel campo dell’ accoglienza turistica era, infatti, iniziata già nel 1918, quando il padre Pietro Francesco, aprì a Molino Nuovo di Andora una pensione trattoria. Nelle vicinanze c’era il ricovero per i cavalli, sia per quelli degli ospiti della pensione, sia per quelli che Pietro utilizzava con la carrozza per trasportare le persone: era l’inizio della storia dell’attività di autonoleggio che la famiglia Galleano, prima con Pietro Francesco, poi il figlio Angelo e, infine, con il nipote Pietro, ha affiancato a quella della ricettività turistica, fino al 2010.

Nel 1948 ottenne la licenza per l’utilizzo di un tratto di spiaggia e, rivelando un animo innovativo rispetto ai tempi, accompagnava i turisti dalla pensione alla spiaggia, effettuando quello che oggi è il servizio navetta gratuito. Da allora, e ancora oggi, la famiglia Galleano ha offerto l’accesso gratuito sulla spiaggia attrezzata a tutti gli ospiti delle strutture alberghiere.

Nel 1955, dunque, Angelo Galleano decideva di staccarsi dall’attività familiare e di aprire un proprio albergo, aiutato, a partire dal 1959, dalla moglie Flavia, che ne ha sempre sostenuto l’operato. Nel corso degli anni ’80, la famiglia Galleano ha costruito un’altra struttura, l’Hotel Al Mare, uniformando i due Hotel per i servizi offerti e per il modo, familiare e attento, di concepire l’ospitalità.