Alassio, “No al Falso”: multa da 200 euro e sequestro merce per una turista

La campagna anti-abusivismo “No al Falso: Alassio è troppo bella Alassio Polizia Sul Moloper non essere vera” entra nel vivo. Nei giorni scorsi, la Polizia Municipale alassina ha colto in flagrante un’acquirente di merce contraffatta, che si stava servendo da un venditore abusivo nel centro della città, acquistando alcune borse di false griffe. Gli agenti hanno provveduto a sequestrare la merce, nonché a sanzionare l’acquirente, una turista originaria del Piemonte, con una multa di circa € 200,00.

“La nostra è una lotta senza quartiere nei riguardi di un fenomeno che danneggia tutte le categorie e produce solo criminalità. L’abusivismo va contrastato in ogni sua forma, con le multe e i sequestri nei riguardi dei venditori di merce contraffatta, ma anche, come abbiamo già annunciato questa stagione, colpendo chi, attraverso l’acquisto, finanzia e sostiene il circuito di illegalità. Sanzionare gli acquirenti deve servire a sensibilizzare e a far diminuire la domanda, azzerando così l’offerta di merce falsa”, commenta Piero Rocca, Assessore alla Polizia Municipale del Comune di Alassio.

“Ribadiamo l’appello a tutti i cittadini e ai turisti, a non acquistare merce contraffatta,un atto contro la legge, che va a finanziare un circuito diffuso di illegalità che danneggia le aziende, i cittadini, e ovviamente rappresenta un fenomeno di concorrenza sleale nei riguardi dei commercianti”, dichiara Francesco Parrella, Comandante della Polizia Municipale di Alassio, promotrice assieme al Comune, all’Associazione Albergatori, al Consorzio “Alassio Un Mare di Shopping” e all’Associazione Bagni Marini della campagna “No al Falso”.