Derattizzazione e disinfestazione Alassio, Vinai: “serve collaborazione dei privati”

Alassio. “Il Comune ha fatto e sta facendo la sua parte, con Angelo Vinaioperazioni in materia di derattizzazione e disinfestazione. Chiediamo la massima collaborazione da parte dei privati, che sono tenuti a promuovere i necessari interventi, affinché gli sforzi non siano vani”. Così Angelo Vinai, Assessore all’Ambiente del Comune di Alassio, dichiara in materia di derattizzazione e disinfestazione, ricordando a tutti gli utenti che è ancora in vigore l’ordinanza relativa ai “Provvedimenti urgenti e contingibili in materia di salute pubblica”, promossa dall’Amministrazione Comunale.

Il documento, a seguito degli interventi mirati alla derattizzazione e disinfestazione nelle aree pubbliche, da soli non sufficienti ad attenuare la presenza di topi, scarafaggi e zanzare, ordina “a tutti i proprietari e a tutti coloro che, a qualsiasi titolo, abbiano disponibilità di immobili (edifici, costruzioni, spazi e/o aree,locali) nessuno riservato e/o escluso, di appartenenza a privati e/o Enti siti sul territorio comunale di: provvedere a loro cura, spese e responsabilità, all’integrale e completa derattizzazione e disinfestazione degli immobili anzidetti, avvalendosi per l’esecuzione, esclusivamente di ditte specializzate in materia di derattizzazione e disinfestazione, regolarmente iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura; provvedere a far pervenire al Settore I Servizio 1.3 Attività Territoriali – Ufficio Salvaguardia Ambientale, entro e non oltre 20 (venti) giorni dal termine del ciclo di derattizzazione e disinfestazione, apposita certificazione, rilasciata dalla ditta esecutrice dei lavori, comprovante l’avvenuta derattizzazione e disinfestazione, specificandone le aree interessate all’intervento”.

La violazione di tale ordinanza comporterà l’applicazione delle sanzioni penali e amministrative specificatamente previste e, in caso di decorrenza dei termini, l’ente pubblico provvederà alla esecuzione d’ufficio, e le relative spese saranno poste a carico dei proprietari inadempienti, salvo l’applicazione della sanzione amministrativa a norma di legge.

“È una questione di salute pubblica, dati i rischi sanitari connessi alla presenza di topi e scarafaggi. Servono la collaborazione e l’impegno da parte di tutti, specialmente in una stagione critica come quella estiva, per effettuare un buon lavoro di disinfestazione e derattizzazione”, aggiunge l’Assessore Angelo Vinai.