Pesca e balneazione, Guardia Costiera: fare attenzione e rispettare rigorosamente tutte le regole del mare

Il primo week-end di luglio si preannuncia caratterizzato da grandi Controllori Guardia Costierapresenze sul litorale e sul mare. La Guardia Costiera raccomanda a tutti i conduttori di imbarcazioni e a tutti gli appassionati di pesca di rispettare rigorosamente tutte le regole del mare.

In caso di dubbi, il personale delle Capitanerie è disponibile per fornire informazioni e spiegazione, specie durante le visite per il rilascio del “bollino blu” ai diportisti.

Oggi nel circondario di Loano-Albenga, nell’ambito della vigilanza a tutela dei bagnanti, la Guardia Costiera ha sorpreso e sanzionato 2 pescatori subacquei che esercitavano l’attività con modalità molto pericolose.

La Guardia Costiera ricorda che il subacqueo può effettuare la pesca, con arma, esclusivamente a più di 500 metri dalle spiagge o 100 metri dalle scogliere e che deve essere vincolato al galleggiante con segnale sub e sagola non superiore a 50 metri. Dal segnale, una bandiera rettangolare in campo rosso con banda diagonale bianca, le imbarcazioni devono navigare a più di 100 metri.