Un grande fotografo racconta la Noli di ieri e di oggi

Domenica 29 marzo, alle 17, presso il Teatro Defferrari di via Pareto a Noli Roberto Crocesi svolgerà un pomeriggio davvero singolare e interessante. Roberto Croce, uno dei maggiori fotografi italiani, racconterà la sua storia e, soprattutto, proporrà al pubblico due straordinari reportage dedicati a Noli.

Il primo, intitolato “In mà nu passa carrosse” risale al 1978 ed è un appassionato documentario di quella che era la pesca a Noli, compresa quella notturna delle acciughe.
Il secondo, che verrà proiettato con musica eseguita dal vivo dal pianista Giovanni Pastorino, è l’ultimo lavoro del maestro, frutto di un paziente e particolare lavoro di ricerca: proporre un confronto tra la Noli di oggi e quella di ieri, presentando i luoghi con lo stesso punto di ripresa.

Dopo il lo spettacolo di immagini e musica, che si avvale del sostegno del Comune di Noli e della Fondazione “De Mari”, si svolgerà un aperitivo. L’ingresso è libero.

La stagione del Teatro di Noli continuerà domenica 19 aprile con la Piccola Orchestra del Sirio formata da Elena Buttiero (pianoforte), Bruno Giordano (sassofoni, clarinetto), Claudio Massola (clarinetti, organetto), Ferdinando Molteni (voce, plettri e narrazione). In programma un viaggio nelle canzoni e nelle musiche popolati liguri e argentine intitolato “Ma se ghe penso. La musica dei liguri d’Argentina”.

L’ultimo appuntamento sarà il 1 giugno, alle 21, quando saliranno sul palco Massimo Marchese alla tiorba e Manuel Staropoli ai flauti. Il loro concerto, intitolato “L’arte del flauto nell’opera di Robert De Visée” era stato rimandato a causa di un’allerta meteo.