Albenga, teatro: Fibre Parallele porta sul palco “Lo splendore dei supplizi”

Albenga. Quattro storie costituiscono il quadro unitario di un presente Fibre1schizofrenico: c’è la coppietta in crisi, un giocatore compulsivo di videopoker, la convivenza forzata di una badante straniera con un vecchio un po’ razzista un po’ infame e ci sono due operai che rapiscono un vegano per sfogare l’insoddisfazione di una vita che non ha più senso.

Così si presenta il lavoro che andrà in scena al Teatro Ambra eccezionalmente di Martedì, 31 Marzo, e che ha portato alla definitiva consacrazione Riccardo Spagnulo e Licia Lanera, la coppia teatrale che più sta facendo incetta di premi e riconoscimenti tra le compagnie emergenti della nuova scena teatrale contemporanea, tra cui il prestigioso Premio Ubu 2014, e che Kronoteatro porta in prima regionale ad Albenga per la KronoStagione numero 8, realizzata grazie al contributo di Compagnia di San Paolo, Comune di Albenga e Regione Liguria – Settore spettacolo e numerosi sponsor locali.

Nelle piazze delle città d’Europa, in un tempo non troppo lontano, si mandavano a morte attraverso un percorso di sofferenze crescenti, migliaia di criminali, i quali giungevano alla loro fine in maniera lenta e dolorosa. Lo spettacolo della punizione andava in scena seguendo un cerimoniale preciso, in cui il pubblico partecipava attivamente con sputi, spintonamenti e insulti. Lo scopo del supplizio era quello di raggiungere la verità, attraverso confessioni fatte a mezza voce tra le pene della tortura, parole estorte in fin di vita, che celebravano il trionfo del potere giudiziario e quindi, di riflesso, del re.

Giudichiamo ancora i crimini e i delitti, ma ancora di più istinti, passioni, anomalie, infermità, disadattamenti, effetti dell’ambiente o dell’eredità, le aggressività, le perversioni, le pulsazioni e i desideri. Siamo il pubblico del supplizio del nostro vicino di casa e il suo boia potrebbe vivere con lui sotto lo stesso tetto. Ma cos’è l’autorità adesso? Per il nostro povero vicino, le cose si sono messe in una maniera tale che la vita assomiglia ad un castigo incorporeo. Allo stesso modo delle figure che si muovono in queste quattro storie, sappiamo che stiamo andando a schiantarci ad una velocità folle contro un muro, ma per fede, stoltezza e stupido amore, indugiamo nello stesso errore che dura una vita e speriamo che quel muro, come ha già fatto altre volte, sia solo un’illusione.

Inizio spettacolo ore 21.
A Licia Lanera è stato riconosciuto nel 2014 il Premio Ubu come Nuova Attrice, il Premio Eleonora Duse con menzione d’onore come miglior attrice giovane, e il Premio Virginia Reiter come miglior attrice italiana under 35.

Info, prenotazioni e vendita: Kronoteatro Ex Biblioteca Civica Simonetta Comanedi, Via E. D’Aste, 6 Albenga 0182.630528 / 380.3895473 info@kronoteatro.it / www.kronostagione.it
Orari: Martedì e Venerdì dalle ore 16 alle ore 19. Prevendita biglietti 10 gg prima di ogni spettacolo. Nei giorni di spettacolo apertura botteghino dalle ore 19 presso Teatro Ambra, Via Archivolto 8. Tel 0182/51419 BIGLIETTI Intero: € 16 / Ridotto: € 12 / Studenti scuole secondarie primo e secondo grado: € 10 Riduzioni under 26 over 65 e gruppi convenzionati.