Albenga: sabato Andrea Aveto a Palazzo Peloso Cepolla

di Claudio Almanzi – Proseguirà domani pomeriggio il ciclo di Albenga Palazzo Peloso Cepolla fpA1 00conferenze organizzate anche quest’anno, dalla sezione ingauna dell’Istituto Internazionale degli Studi Liguri, guidata dal presidente Cosimo Costa. Ospite della “Città delle Torri” sarà il professor Andrea Aveto che interverrà sul tema: “La letteratuta italiana dall’alba del nuovo secolo alla Grande Guerra”.

RobertoMichels

A presentare il professor Aveto sarà Giorgio Barbaria, membro del Comitato direttivo dell’IISL, storico e docente al Liceo Classico di Albenga. “A procedere per svelte approssimazioni- ci ha voluto gentilmente già anticipare il professor Aveto- la prima stagione del Novecento letterario in Italia abbraccia il quindicennio che corre dal 1903 alla fine della Prima Guerra Mondiale. Il 1903 è l’anno di Alcyone di Gabriele d’Annunzio e di Canti di Castelvecchio di Giovanni Pascoli; delle raccolte d’esordio di Corrado Govoni, l’anno di fondazione delle prime riviste novecentesche, «Leonardo» di Giovanni Papini e Giuseppe Prezzolini e «La Critica» di Benedetto Croce.

Un quindicennio caratterizzato dalla straordinaria varietà di voci, esperienze, tendenze e movimenti che diedero vita a un quadro straordinariamente mosso, alla cui definizione contribuirono in maniera decisiva i mutamenti radicali introdotti nel mondo dell’editoria e del giornalismo”. Il ciclo di conferenze degli Studi Liguri a Palazzo Peloso Cepolla si concluderà il 14 marzo. “Prevede -–ci ha spiegato il professor Barbaria- una serie di incontri, tenuti in massima parte da docenti dell’Università di Genova, studiosi, storici, ricercatori e da funzionari della Soprintendenza per i Beni Storici ed Artistici della Liguria, nei quali vengono trattati vari argomenti legati ai primi anni del secolo scorso, rivolti non solo ai soci, ma anche agli appassionati di storia e di cultura in generale”.

Il ciclo di conferenze si chiuderà il 14 marzo con la relazione di Chiara Masi della Sovrintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Liguria, che interverrà su: “La conoscenza della riconoscenza. Le catalogazioni dei monumenti ai caduti della Grande Guerra. Ricerche in ambito ligure”, in collaborazione con gli studenti del Liceo Statale “G. Bruno” di Albenga, coordinati dal docente Giorgio Barbaria.

Ultima revisione articolo: