Zonta Club di Finale Ligure: si parla della tecnica di Autodifesa Safe

Giovedì 26 febbraio, alle ore 21, lo Zonta Club di Finale Ligure, con la collaborazione di Ids Italia e del Comune, presenterà una serata alla bocciofila di Finalpia in cui il maestro Michele Farinetti, direttore tecnico di Ids Italia e docente presso la Scuola interregionale di Polizia locale, parlerà della tecnica di Autodifesa Safe.

Farinetti spiegherà che “la conoscenza del pericolo e delle modalità di azione sono troppo spesso trascurati nei corsi di autodifesa, mentre bisognerebbe tenere a mente le tre regole fondamentali per la sicurezza. prevedere, evitare, reagire. Combattere é l’ultima opzione in quanto le persone che non sono addestrate rischiano la condizione di “congelamento”, non riescono cioè a porre in atto reazioni verbali o fisiche di nessun tipo. Infatti alla percezione di una reale minaccia, il nostro corpo si prepara da un punto di vista fisiologico a reagire o fuggire per tutelare la propria sopravvivenza: l’elevazione del ritmo cardiaco e l’incremento della respirazione sono le alterazioni maggiormente riscontrabili. Proprio per questi motivi bisogna allenarsi con professionisti che spieghino tecniche semplici, simulando scenari verosimili sotto stress indotto”.

“Sapersi difendere è diventato sempre più una reale e concreta necessità, oltre che un diritto di ciascuna donna. – dice la presidente dello Zonta Marinella Geremia – Per questo motivo abbiamo organizzato questo evento, totalmente gratuito, in cui potranno provare la tecnica Safe le persone presenti in sala in totale sicurezza”.

Il corso partirà poi presso Palestra Firpo di Finale Ligure. Durante la serata è previsto anche un momento di intrattenimento con la lettura di un testo dell’autore noir Armando D’Amaro da parte di Stefania Bonora con coreografie di Luisa Zanoli, Compagnia di Espressione Corporea di Finale Ligure. Per Finire bugie per tutti.