Camminare in città con il Social Trekking

di Dario Urselli – Si svolgerà a Bologna sabato 21 e domenica 22 la quarta Social trekkingedizione del Festival del Social Trekking. Una nuova e simpatica idea, patrocinata da AITR Associazione Italiana Turismo Responsabile, che coinvolge persone e aree metropolitane attraverso escursioni urbane per scoprire l’altro volto delle città.


Il Social Trekking nasce per avvicinare le persone tra loro attraverso il cammino. In un mondo sempre più virtuale, il Social Trekking si propone come modo per stare connessi ad una rete fisica, fatta di persone che viaggiano a piedi per riscoprire il piacere di camminare con altri, assaporando il silenzio, la lentezza della terra, l’armonia della natura, gli angoli dimenticati della città.

Le escursioni del Social Trekking sono tutte caratterizzate dal procedere lento, dal minimo impatto ambientale che predilige l’utilizzo dei mezzi pubblici, dal piacere dell’incontro con l’altro. Anche i consumi necessari lungo il percorso sono scelti con cura, scegliendo realtà locali per dormire, mangiare, acquistare prodotti locali e conoscere esperienze etiche e sostenibili, facendo attenzione – soprattutto all’estero – che i soldi arrivino alle popolazioni locali e che sostengano le loro piccole economie.

Sono molti i buoni motivi per i quali camminare fa bene: apre e ri-apre le capacità percettive, affina i sensi dell’ascolto, dà emozioni dirette, riequilibra il rapporto con l’ambiente, è palestra di sobrietà. Social trekking è anche camminare nella stessa direzione di quella società civile che promuove uno stile di vita responsabile, autentico, fatto di condivisione di valori etici e solidali. Viste in questa nuova luce, anche le aree urbane diventano così laboratori di cultura, luoghi privilegiati d’incontro e di scoperta, testimonianze e storie umane mai viste veramente quando si passa velocemente. Maggiori informazioni sul sito www.socialtrekking.it.

Ultima revisione articolo: