A Palazzo Peloso Cepolla si parla di Agricoltura ad Albenga nei primi anni del Novecento

Si parla di Agricoltura ad Albenga nei primi anni del Novecento, sabato 7 Albenga - 1925 dal monte l'Aurelia ancora sterratafebbraio alle ore 16,30 a Palazzo Peloso Cepolla (piazza San Michele 12). È il secondo incontro della serie di conferenze organizzata dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri che ha come argomento “Il primo Novecento e la Grande Guerra – Storia, Società, Cultura e Arte”.

Due studiosi di storia locale – Sandra Berriolo scrittrice e Luca Lanzalaco giovane imprenditore agricolo (uno dei pochi a produrre ancora gli asparagi) – presenteranno alcuni spunti di riflessione sulla vita e l’organizzazione agricola di inizio ‘900. Grazie a documenti originali dell’epoca ripercorreranno le prime esperienze e i primi passi di un mondo che non ha mai smesso di mutare, presentando le caratteristiche positive e negative che ancora oggi si evidenziano.

Dal 1870 al 1926 si è verificato infatti il più grande cambiamento dell’economia agricola di tutti i tempi ad Albenga. La fortuna di possedere un territorio unico nella Regione, l’arrivo di manodopera e mentalità imprenditoriale da fuori, la ritrosia al cambiamento ma anche le innovazioni tecniche e di organizzazione economica: un excursus sullo stato di fatto degli anni intorno alla Grande Guerra.