Albenga, riqualificazione ex Ortofrutticola di via Dalmazia: in Consiglio Comunale le modifiche al progetto

Albenga. «Entro la metà di febbraio verrà convocato un Consiglio Giorgio Cangiano 04Comunale per deliberare la riadozione dello Strumento Urbanistico Attuattivo (S.U.A.) richiesto dalla Vista Mare s.r.l. in relazione al compendio immobiliare dell’ex Ortofrutticola di via Dalmazia». È quanto conferma il sindaco Giorgio Cangiano, il quale fa il punto sullo stato dell’arte della questione che – tra stop and go – va avanti ormai da anni per un area a sempre più forte rischio di degrado e che ha già creato numerosi problemi di ordine pubblico, diventando luogo di bivacco e anche di spaccio.

RobertoMichels

«Il nuovo progetto presentato – spiega il sindaco – prevede alcune rilevanti modifiche rispetto a quello precedentemente proposto ed adottato ed ha ottenuto nel giugno 2014 parere favorevole dalla Regione a conclusione della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.). In precedenza erano state infatti progettate due palazzine di 10 piani ed un’unica piastra ove erano previsti alloggi residenziali ed una grande struttura commerciale. Ora invece, in adesione a quanto stabilito dalla VAS, sono previste tre palazzine di otto piani e la piastra risulta avere minore dimensione e minor impatto essendo previste maggiori aperture. Nella piastra inoltre non potrà essere realizzata una grande struttura ma solo una media struttura e negozi di vicinato».

«Come opere di urbanizzazione – prosegue Cangiano – verranno tra l’altro realizzate dal soggetto attuatore l’allargamento di Via Chiesa, la realizzazione di un’area ad uso pubblico, un auditorium all’aperto e di una rotatoria fra via Dalmazia e via Patrioti. Entro tre anni dalla demolizione la Vista Mare srl dovrà inoltre completare interamente l’intervento di definitivo recupero del cinema-teatro Astor e delle zone adiacenti. La società costruttrice dovrà inoltre realizzare, all’interno del complesso o in altra zona, 1.200 mq di Edilizia Residenziale pubblica pari a circa 20 alloggi».

«Come Amministrazione – afferma il sindaco Cangiano – riteniamo che sia fondamentale riuscire a completare le opere pubbliche iniziate ma ferme da molti anni creando una situazione di degrado e di spreco del denaro pubblico. Riuscire finalmente a completare l’attesissimo intervento del cinema teatro Astor e far realizzare alloggi di edilizia residenziale popolare dei quali, stante la difficile situazione economica che stiamo attraversando, vi è forte bisogno è sicuramente una positiva opportunità. La Vista Mare, una volta approvato il S.U.A., procederà immediatamente alla completa demolizione del complesso immobiliare andando così a risolvere da un lato una inaccettabile situazione di degrado urbano della zona e dall’altro di ordine pubblico essendo la fatiscente struttura utilizzata come dormitorio», conclude Giorgio Cangiano.

Ultima revisione articolo: