Imu agricola, sindaco Mai: “si mettano al tavolo Fassino, Doria e Renzi e annullino questa iniqua tassa”

«In questi giorni molti Sindaci hanno aderito all’iniziativa di Anci Liguria, Stefano Mai 2011versando 100 € per “rinforzare” il ricorso che attualmente ha concesso la sospensiva del pagamento dell’Imu sui terreni agricoli. In queste ultime ore si sta parlando di una sospensiva “bis” fino al 2 di febbraio, ma a quanto pare il Governo non farà retromarcia e quindi i Comuni saranno costretti ad applicare un’ulteriore gabella ai cittadini». Così sostiene il sindaco di Zuccarello, Stefano Mai (Lega).
«È ora di finirla – prosegue – con i giochini. Fassino, Sindaco di Torino e Presidente dell’Anci, fa parte del PD, Doria presidente di Anci Liguria è anch’esso di sinistra. E allora, di cosa stiamo parlando? Cercano di spillare altri soldi ai Comuni, conoscendo già il risultato del ricorso? Che si mettano al tavolo Fassino, Doria e Renzi e annullino questa iniqua tassa che serve per coprire il buco lasciato dalla marchetta elettorale fatta Presidente del Consiglio alle ultime elezioni europee, e che restituiscano ai Comuni il maltolto».
«Poi leggo di soddisfazione di Vazio, deputato PD, per aver reintrodotto le esenzioni anche per il 2015. In sostanza la verità è una sola: si pagherà l’Imu sui terreni agricoli anche nei prossimi anni. Di cosa è soddisfatto? Nulla è cambiato. Ma se io, Sindaco, avessi assegnato contributi a pioggia ai miei concittadini per vincere le elezioni comunali, contando su soldi che non avevo a bilancio, sarebbe stato così legittimo? Non credo proprio. E Renzi, che nemmeno è stato eletto dal popolo, può farlo?», conclude Stefano Mai.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: