Albenga, Edilizia sociale e riqualificazione: arrivano i finanziamenti dalla Regione

Nel 2014 la Regione aveva promosso un bando per un programma di comunerigenerazione urbana, teso al recupero di alloggi di Edilizia Residenziale Sociale e riqualificazione di spazi pubblici. Il comune di Albenga verso fine novembre partecipò al Bando. Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: “ci hanno comunicato che non solo ci siamo aggiudicati il bando, insieme ad altri comuni, ma che Albenga si è piazzata al terzo posto nella classifica dell’importo dei finanziamenti che verranno erogati. È una buona notizia che premia i progetti che abbiamo presentato”.
L’assessore ai Lavori Pubblici Tullio Ghiglione spiega: “ci siamo preposti – come obiettivo da raggiungere – la realizzazione di alloggi di E.R.S. (edilizia residenziale sociale) quale offerta abitativa che sappia andare incontro alla richiesta ed alle esigenze dei cittadini. Abbiamo partecipato nel mese di Novembre 2014 al bando promosso dalla Regione Liguria, ma è grazie al lavoro di sinergia dell’ufficio urbanistica e dei lavori pubblici che siamo entrati nella graduatoria, risultando terzi in tutta la Liguria”.
“Sono molto contento che anche tramite questo finanziamento potremo realizzare nel corso della nostra amministrazione la riqualificazione urbana che darà il via al recupero di Piazza Trincheri che potrà dare nuova vita ad una piazza un po’ dimenticata, che sarà bellissima e viva dopo la riqualificazione. L’intervento oggetto della proposta consiste nella ristrutturazione edilizia mediante frazionamento e cambio di destinazione d’uso di un immobile comunale, al fine di realizzare nuovi alloggi destinati a canone moderato con vincolo di 25 anni. Il totale dell’importo finanziato sarà di circa € 300.000 a totale carico della Regione Liguria, la differenza di circa € 600.000 sarà a carico nostro”, conclude l’assessore ai Lavori pubblici Ghiglione.
L’assessore ai servizi sociali Simona Vespo ripone molte speranze in questo progetto che potrebbe arginare e in parte risolvere, in futuro, la carenza di alloggi a canone moderato sul mercato immobiliare: “Certo questa è una buona notizia che non risolve nell’immediato le problematiche legate a sfratti in corso, ci vorrà del tempo per arrivare alla consegna degli alloggi e un iter che non è breve, ma il nostro progetto è stato premiato e abbiamo almeno la certezza e non solo la speranza che disporremo di uno strumento in più per risolvere la questione degli affitti in futuro”.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: