Regione: “ancora una volta la Minoranza mantiene il numero legale”

“Questo pomeriggio in IV Commissione si è celebrato l’ennesimo incredibile episodio di assenteismo da parte della Maggioranza. Presenti in Commissione oltre all’Assessore Guccinelli, che non faceva numero, ed al Presidente Scibilia, solo, oltre a noi, i consiglieri di Maggioranza Olivieri e Muratore. Si discuteva e si è approvato il provvedimento urgente per facilitare l’accesso alle agevolazioni economiche destinate alle imprese liguri colpite dagli eccezionali eventi meteorologici, cioè la non necessità di presentazione del Durc per ottenere i rimborsi da parte delle aziende alluvionate. Tra presenti, appunto solo 3, e deleghe, la Maggioranza arrivava a 15 voti su 20 necessari. Solo la nostra presenza ha garantito l’approvazione di questo importante provvedimento che sarà portato domani in Aula”.

Così dichiarano i Consiglieri regionali Marco Melgrati e Aldo Siri che fanno sapere di aver dato il loro assenso, e quindi garantito la presenza, alla discussione di un altro importante provvedimento che verrà esaminato nelle prossime riunione di commissione, e cioè le modifiche alla Legge sulla Disciplina delle Attività Estrattive.

“Nel frattempo entrava il Consigliere di Ncd Gino Garibaldi ed il Consigliere del Pd Maggioni. Solo la presenza di Garibaldi, perché con Maggioni i voti della Maggioranza diventavano 19 quindi non sufficienti, ha garantito l’approvazione da parte della Commissione del Bilancio di Previsione per la parte di competenza della stessa IV Commissione. Garibaldi ha ancora una volta ha fatto da stampella alla Maggioranza”.

I Consiglieri della Minoranza vera, cioè Forza Italia e Lista Biasotti, hanno abbandonato l’Aula, dopo l’approvazione del primo importante provvedimento e la presentazione della legge sulla Disciplina delle Attività Estrattive, costatando la mancanza del numero legale da parte della Maggioranza: “è una vergogna”, concludono Melgrati e Siri.