Viabilità: un protocollo per ripristino S.P. 45 “Finale Manie Voze Spotorno”

Sarà siglato entro la prossima settimana il protocollo d’intesa tra la palazzo Nervi particolare A1Provincia di Savona e il Comune di Finale Ligure per gli interventi relativi alle opere di consolidamento del ciglio a valle al km 0+950 della S.P. 45 “denominata “Finale Manie Voze Spotorno”, nonché del versante retrostante su cui risulta fondato un fabbricato di proprietà del Comune di Finale Ligure.

Opere necessarie a seguito dell’evento alluvionale che ha colpito la Liguria il 15 e il 16 novembre scorso ed in particolare il territorio del Comune di Finale Ligure con gravi danni alle infrastrutture.

Il documento riguarderà i lavori sul franamento, ancora in atto, che si è riversato il 17 novembre scorso sulla Strada Provinciale 45, con chiusura al traffico veicolare, pedonale e conseguente evacuazione degli abitanti di un fabbricato adiacente al ciglio a monte della Provinciale.

Una situazione di vera e propria emergenza per l’intero comprensorio in un momento in cui i danni provocati dalle avverse condizioni meteorologiche risultano difficilmente risolvibili a causa dei tagli, drastici, alle risorse destinate alle Province.

“Grazie a questo protocollo d’intesa il Comune di Finale Ligure si impegnerà a trasferire alla Provincia di Savona la somma di € 186.000,00 necessaria al finanziamento dell’opera al fine di permettere al nostro Ente di svolgere tutte le procedure per l’aggiudicazione dei lavori nel minor tempo possibile”, dichiara il Consigliere provinciale Giovanni Ferrari: “Interventi fondamentali per la viabilità in sicurezza di questa importante via di comunicazione, una responsabilità assunta dalle due Amministrazioni per una serie di operazioni che vedranno l’apertura di cantieri in un’area provata dalle recenti forti piogge. Nonostante l’incertezza normativa e la mancanza di fondi la Provincia è riuscita a provvedere rapidamente alle situazioni territoriali maggiormente gravose, un’azione in sinergia con le Amministrazioni comunali che anticipano le somme per questo genere di interventi consentendoci di utilizzare e destinare le poche risorse rimaste alle aree dei comuni più piccoli. Un grande lavoro di squadra che consentirà entro venti giorni dalla sottoscrizione del documento la consegna dei lavori.”