Alluvione Liguria e danni agricoltura: il punto del Tavolo Verde regionale

Alla seduta del tavolo verde convocato dall’assessore Barbagallo e tenutosi 10 Alluvione Albenga e sopralluogo Paita 12-11-2014nella giornata di martedì, alla presenza del Presidente Burlando, le Organizzazione Professionali Agricole (Cia Liguria, Coldiretti Liguria, Confagricoltura Liguria , Confcooperative Fedagri Liguria , Legacoop Liguria , Unci – Coldiretti), hanno rappresentato la pesantissima situazione dei danni subiti dal comparto e avanzato una serie di proposte per affrontare l’emergenza e favorire la ripresa delle attività, in un quadro ove le stime dei danni, al settore agricolo per perdita di produzione , danni a strutture produttive ed infrastrutture portano a cifre superiori ai 150 milioni di Euro.

Queste le azioni concordare:

La Regione effettuerà rapidamente la ricognizione del danno per dare il via alla procedura di riconoscimento di zona colpita da calamità naturale.

La zona colpite interessano l’intero territorio con aree di particolare gravità che sono situate nelle aree Albenganese e Ceriale, Quiliano-Varazze – Celle, Ponente Genovese Arenzano-Voltri-Prà, Tigullio in particolare Carasco Chiavari Leivi , parte delle aree di Sarzana, Castelnuovo Magra e Ortonovo.

La regione emanerà un provvedimento che regoli la definizione delle pratiche di PSR in corso posticipando ove necessario il fine lavori , tenendo conto dell’eventuale danno subito ad opere già completate ma non ancora collaudate

La regione metterà a punto una ipotesi di intervento di “pronta ripresa” per consentire alle aziende danneggiate di riavviare la ripresa produttiva, ricercando le risorse fra i diversi capitoli di spesa.

Nell’incontro già fissato con il Ministro Martina per venerdì 21/11 si è concordato di che la Regione richieda:

La deroga alla Legge 102/2004 sugli indennizzi, per le colture danneggiate utilizzando a pieno il fondo per le calamità naturali dotato di adeguate risorse finanziarie

Sia emanato un provvedimento di sospensione dei pagamenti tributari e previdenziali per almeno 6 mesi e definito un piano di rateizzo per i tributi sospesi.

Sia concordata una moratoria con gli Istituti di credito x i pagamenti in scadenza con un eventuale allungamento del periodo di pagamento

Sia intrapresa una azione decisa verso Bruxelles, affinché vengano rapidamente approvati i PSR 2014-2020 delle regioni colpite da calamità, o in subordine, siano autorizzate le misure che prevedono interventi di ripristino per calamità o opere di prevenzione

Su questi punti si è registrata la convergenza del Tavolo e la disponibilità dell’Assessore e del Presidente a farsi carico di questo insieme di richieste. Il Presidente in oltre ha ribadito la volontà di inserire nel piano strategico delle opere quegli interventi strategici di regimazione idrica inerenti le aree dell’Albenganese e dell’area di Sarzana.

Nell’esprimere un positivo giudizio sull’efficacia dell’incontro, CIA, Coldiretti, Confagricoltura sono impegnate nel fornire tutta l’assistenza necessaria alle imprese danneggiate e seguiranno con attenzione e puntualità l’evolversi della situazione al fine di garantire alle aziende l’indispensabile sostegno per superare questo difficilissimo momento.