Liguria, maltempo e danni agricoltura: le richieste di CIA al Tavolo Verde convocato in Regione

“Da questo disastro bisogna uscirne al più presto, servono subito interventi Aldo Alberto presidente Cia Liguriadi spendibilità immediata, in attesa della messa a punto di quelli più strutturati. È fondamentale che le aziende restino fuori dal mercato per un periodo il più breve possibile – spiega Aldo Alberto, presidente regionale CIA Liguria, alla vigilia del Tavolo Verde convocato con urgenza domani in Regione. – La rapida ripresa delle attività è un valore economico ma anche morale per tutta la filiera”.

Diverse le richieste che CIA e le OPA presenteranno alla Regione, anche in previsione dell’incontro con il Ministro Martina.

“Occorre il riconoscimento dello stato di calamità naturale ai sensi della Legge 102 per i territori danneggiati con una dotazione finanziaria adeguata alla straordinarietà degli eventi e con un recupero di risorse entro il limite del deminimis per il pronto intervento e il riavvio della ripresa produttiva” specifica Aldo Alberto: “È necessaria la definizione immediata di un provvedimento di sospensione dei pagamenti sia x i tributi che x gli oneri previdenziali. Va pensata e rivendicata la deroga ai meccanismi di risarcimento previsti dalla Legge 102. Anche in funzione dei limiti dimostrati dal sistema assicurativo”.
In ultimo, “vanno assunti i provvedimenti utili ad assolvere, senza particolari bardature burocratiche, tutte quelle pratiche connesse alla ripresa delle attività quali ad esempio la rimozione e lo smaltimento dei detriti o delle produzioni danneggiate”.