FAIMARATHON: in Liguria cinque itinerari culturali da non perdere

“Cercavo la grande bellezza. Non l’ho trovata” dice Jep Gambardella in una Andora (SV), Torrione Saracenofamosa battuta del film di Paolo Sorrentino, vincitore dell’Oscar. Ma la grande bellezza ci attende anche dove non ce la aspettiamo. Per trovare il bello che ci circonda e per raccontarne le sfumature, per trascorrere nel suo segno una giornata di festa, la campagna di raccolta fondi del Fondo Ambiente Italiano Ricordati di salvare l’Italia ha come appuntamento centrale “FAIMARATHON – Con il Gioco del Lotto e il FAI non correre e scopri l’Italia intorno a te”, evento nazionale a cura delle Delegazioni e dei volontari FAI realizzato grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto, che si svolgerà domenica 12 ottobre.
Lo stupore che nasce dalla scoperta non genera solo una gioia momentanea, ma una sensazione di arricchimento e di soddisfazione che ci rende felici: vivere in un Paese meraviglioso e sempre più bello migliora la qualità della vita. E grazie alla FAIMARATHON si potrà scoprire che viviamo in luoghi che hanno tanto da raccontarci e che sanno stupirci, se guardati con occhi diversi, che ci fanno sentire bene e che sono in grado di renderci ogni giorno sempre più orgogliosi!
Domenica 12 ottobre l’appuntamento è dunque con una passeggiata non competitiva organizzata in oltre 120 città italiane, una “maratona culturale” a tappe e adatta a persone di tutte le età, curiose di scoprire quanti sorprendenti tesori si nascondono tra i luoghi della loro vita quotidiana, spesso troppo frenetica per fermarsi ad ammirarli. Un’emozionante giornata da “turisti a casa nostra” in cui meravigliarsi di fronte a monumenti e siti di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità del territorio, la sua storia, le sue tradizioni: dai palazzi ai giardini, dai teatri ai cortili, dalle chiese alle piazze, dalle scuole ai vicoli.
Oltre 120 città per altrettanti itinerari a tema, e oltre 1000 tappe da scoprire e in molti casi da visitare. Diversi infatti saranno i luoghi poco conosciuti o chiusi al pubblico che verranno aperti ai partecipanti con visite guidate a cura dei volontari FAI. In Liguria saranno proposti cinque itinerari culturali.

Andora (SV) – Un viaggio nella storia di Andora, tra palazzi, torri e antichi acquedotti. A partire dal Castello, detto Paraxo, sede del primo insediamento abitativo, e dalla Torre cinquecentesca, edificata dai Genovesi come baluardo contro le invasioni saracene, fino all’antico Acquedotto della Famiglia Magline, fatto costruire dal Marchese all’inizio dell’800 in stile romanico per portare l’acqua al suo palazzo. L’itinerario contempla anche una visita guidata alla mostra di arte contemporanea e al museo dei minerali a Palazzo Tagliaferro. Domenica 12 ottobre, a partire dalle ore 10; partenze scaglionate fino alle ore 14.30. Elenco tappe: Torrione saraceno – Antico acquedotto della famiglia Maglione – Cappella dell’Immacolata Concezione – Oratorio di San Nicolò – Castello di Andora – Chiesa dei SS. Giacomo e Filippo – Palazzo Tagliaferro. Visita guidata alla mostra di arte contemporanea e al museo dei minerali a Palazzo Tagliaferro.

Sanremo (IM) – Sulle tracce di Pietro Agosti alla scoperta dell’“epoca d’oro” di Sanremo. La vita e l’opera dell’ingegnere-architetto Pietro Agosti si intrecciano indissolubilmente con quella dell’epoca più entusiasmante della storia sanremese: Agosti, infatti, fu progettista di molte delle architetture più significative della città tra fine Ottocento e primi del Novecento e, in quanto figura politica (fu il primo podestà di Sanremo), ne sancì la svolta con una serie di importanti scelte amministrative, tra cui l’autorizzazione all’esercizio del gioco d’azzardo nel Casinò Municipale. Il Sanremo (IM), Chiesa Russasuicidio offuscò la grandezza della sua figura: la rilettura della città attraverso le sue opere proposta dal FAI vuole essere un omaggio al suo lavoro e al suo impegno. Tra le tappe più significative del percorso l’Ex Hotel Savoy, con i suoi grandi saloni restaurati di recente. Costruito nel 1899 e divenuto rapidamente uno dei massimi richiami turistici della Riviera, tanto che nei primi decenni del Novecento fu meta fissa della grande nobiltà russa e inglese, nel primo dopoguerra iniziò un triste declino fino alla chiusura, che avvenne pochi anni dopo la scomparsa del cantautore Luigi Tenco, che qui si suicidò nel 1967, nella stanza n. 219. In occasione della FAIMARATHON, il Casinò Municipale metterà a disposizione il bellissimo privée e l’annessa sala dorata, dove verrà allestita una mostra dedicata a Pietro Agosti che potrà essere visitata in anteprima dai partecipanti. Domenica 12 ottobre, dalle ore 10; partenze scaglionate fino alle ore 16.Elenco tappe: Villa Ormond – Villa King – Villa Zirio – Piazza Colombo – Palazzo Asquasciati – Cinema Centrale – Ex Hotel Savoy – Chiesa Russa – Hotel de Paris – Casinò di Sanremo

Sarzana (SP) – Sarzana medievale e rinascimentale: porte, torrioni, mura, fossati. L’itinerario propone una lettura della città sulla base delle antiche carte topografiche medievali e rinascimentali, con un percorso tra porte, torrioni, antiche mura e fossati. La città era difesa da una cinta muraria con una serie di torrioni che costituivano l’accesso al borgo: sul bastione del Torrione Testaforte è ancora visibile San Giorgio che uccide il drago, testimonianza della presenza genovese in città. Tra le tappe dell’itinerario, spicca la Fortezza Firmafede, edificata nel 1249 insieme alla cinta muraria e successivamente distrutta dai Fiorentini, guidati da Lorenzo de’ Medici, nel 1487. La Cittadella attuale fu realizzata sui ruderi della precedente per ordine dello stesso Lorenzo de’ Medici che si avvalse del lavoro dei migliori architetti militari fiorentini dell’epoca. Nel secolo scorso il complesso venne utilizzato come carcere, mentre oggi è utilizzata come sede di manifestazioni culturali e mostre. Domenica 12 ottobre, dalle ore 14.30; partenze scaglionate fino alle ore 15.30. Elenco tappe: Palazzo Comunale – Torrione Genovese e Torrione Stella – Piazza San Giorgio – Via Landinelli – Porta Romana – Fortezza della Firmafede – Vecchio Ospedale di San Bartolomeo (area di Canale Lunense) – Torrione San Francesco. Visite guidate: Fortezza della Firmafede.

Camogli (GE)ANNULLATO

Genova – ANNULLATO CAUSA ALLUVIONE

Un Bene FAI in Liguria – Abbazia di San Fruttuoso – sarà tappa del percorso di Camogli (GE).

In occasione dell’edizione 2014 di FAIMARATHON sarà possibile partecipare al torneo di fotografia #scattidifelicità: per farlo bisognerà caricare entro lunedì 13 ottobre tramite l’App FAIMARATHON un’immagine che esprima la propria idea di felicità, condividerla con i propri contatti in rete e farla votare da più persone possibili. Le migliori foto, selezionate da una giuria qualificata tra le 100 più votate online, vinceranno fantastici premi, tra cui magnifici weekend in alcune città delle Ruote del Lotto.
Le iscrizioni all’iniziativa si potranno effettuare online sul sito www.faimarathon.it oppure prima della partenza presso i banchi FAI, direttamente domenica 12 ottobre. A tutti i partecipanti verrà distribuito un kit che comprende uno zaino, una pettorina, l’itinerario della maratona, un biglietto d’ingresso omaggio in uno dei Beni della Fondazione e un adesivo a sostegno della campagna di raccolta fondi Ricordati di salvare l’Italia.
In occasione di FAIMARATHON speciali quote di iscrizione al FAI: domenica 12 ottobre in piazza e durante tutto il mese di ottobre ci si potrà online iscrivere al FAI con una quota agevolata, che prevede anche la partecipazione gratuita alla FAIMARATHON.