A Finalborgo ritmi e melodie della tradizione iberica e latinoamericana

Ancora un appuntamento della stagione musicale della città di Finale luca lucini & matteo falloniLigure “Percorsi Sonori” domenica 5 ottobre alle ore 17 presso l’Auditorium di Santa Caterina a Finalborgo. Si tratta di un concerto organizzato in collaborazione con l’Associazione Terzo Rigo dal titolo eloquente: “España”. Protagonista il duo formato dal pianista Matteo Falloni e dal chitarrista Luca Lucini.
In un percorso attraverso la musica popolare – rielaborata da due grandi compositori attivi fra il XIX e il XX secolo e da un contemporaneo – riecheggiano ritmi e melodie della tradizione iberica e latinoamericana, nell’insolito accostamento timbrico di pianoforte e chitarra, due strumenti che raramente è dato ascoltare insieme.
Il primo grande capitolo del concerto contiene un’ampia selezione dell’opera pianistica “Danze Spagnole” op. 37 di Granados, datate 1890, e qui proposte in una trascrizione inedita degli esecutori. “Suite Latina” di Matteo Falloni è invece una composizione originale per pianoforte e chitarra, che attinge le sue fonti di ispirazione ritmica e melodica nella musica popolare argentina, cubana e boliviana. Ritorna in Europa l’ambientazione della terza parte del concerto, con l’esecuzione integrale di un’altra opera pianistica del compositore spagnolo Isaac Albeniz, “España” op. 165, proposta nell’elaborazione di Matteo Falloni. La Suite – che contiene, fra l’altro, il celeberrimo Tango – esplora in sei movimenti alcune delle principali tradizioni spagnole: Malaga, la Cataluña, i Paesi Baschi rivivono nella geniale inventiva melodica di Albeniz, mantenendo integra l’originalità dei loro costumi ritmici e il folclore tipico degli accostamenti armonici popolari. L’ingresso è libero.

Luca Lucini, salodiano, nasce nel 1971 ed inizia studiare chitarra classica all’età di otto anni col Maestro Massimo Ferrari. Si diploma brillantemente sotto la guida del Maestro Sergio Bertasio. Vincitore di vari concorsi, è impegnato concertisticamente sia come solista che in formazioni cameristiche collaborando con musicisti quali: il violinista Marco Fornaciari, il Direttore José Luis Basso, il violinista Nobuhiko Asaeda. Si perfeziona con i maestri Giampaolo Bandini e Giovanni Puddu, successivamente segue varie master class con musicisti quali: Paolo Pegoraro , Aniello Desiderio, Alvaro Pierri, Tilmann Hoppstock, Oscar Ghiglia e il Trio di Parma. Si è esibito sia in Europa che i Asia suonando in prestigiose Rassegne concertistiche quali: LXVII stagione del Maggio musicale fiorentino, stagione cameristica 2005-2006 della Tokyo City Philarmonica Orchestra, “weekend mozartiani” di Ravello, Festival de Radio France et Montpellier, Festival di Torrechiara, Festival Internazionale della chitarra “Nicolò Paganini” di Parma, Festival chitarristico Internazionale del Friuli Venezia Giulia. Insieme al bandoneonista Mario Stefano Pietrodarchi, forma il duo “èl tan(g)o” esibendosi in prestigiose rassegne concertistiche e spettacoli musico-teatrali collaborando con artisti quali Tonino Guerra, Ivano Marescotti e Luca Pagliari. Numerosi sono i compositori che gli dedicano delle composizioni, tra questi il pescarese Andrea Scarpone con un concerto per chitarra e string orchestra e il calabrese Fabio Conocchiella concerto per chitarra e strings. Nel gennaio del 2010 esce il cd intitolato “el tan(g)o” con musiche di Piazzolla, Ramirez, Scarpino-Caldarella, Schiffrin, Bacalov e il bresciano Falloni. Direttore artistico della rassegna “Pomeriggi musicali di Salò” e dei Corsi di alto perfezionamento di Tignale, insegna presso la scuola civica “Il Chiese” di Storo e l’Accademia di Musica “San Carlo” di Salò. Suona una chitarra del liutaio portoghese Fernando Lima.

Matteo Falloni, pianista e compositore, compie gli studi musicali al Conservatorio “L Marenzio” di Brescia diplomandosi in Pianoforte con Giacomo Puritani e in Composizione con Giancarlo Facchinetti, perfezionandosi nel repertorio cameristico alla Scuola Internazionale di Musica da Camera del trio di Trieste sotto la guida di Dario De Rosa, Maureen Jones e Renato Zanettovich e in direzione d’orchestra con Massimo De Bernart, Julius Kalmar ed Emilio Pomarico, Premiato in numerosi concorsi di Musica da Camera: I° Premio ass. Concorso “Città di Manerbio” Ottobre 1996 – I° Premio ass. “A. Veloce D’Ettore” – Ravenna, Marzo 1997 – I° Premio “Città di Villar Perosa”, Aprile 1997 – III° premio “Trofeo Internazionale “Kawai”, Tortona, Maggio 1997 – II° Premio “Perugia Classico”, Settembre 1997 – I° premio ass. Concorso “Franz Schubert” Ovada, Ottobre 1997 – I° premio ex-aequo Concorso di musica da camera “Musica in Brianza” Renate, Dicembre 1997 – II° premio-ex-aequo (I non ass.) Concorso “Sandro Fuga” – Torino, Ottobre 1998 – I°premio Concorso Internazionale di Musica da Camera di Acqui Terme, 1998 – etc.) e di Composizione (Concorso internazionale di Composizione “F. Mensi” Breno, 1998 -“Franco Margola”, ed. 1997 e 1998 – “E. Cedolin”, Pordenone, 1999 – Concorso di elaborazione corale dell’Istituto Musicale della Valle d’ Aosta, 2000 – Concorso di elaborazione corale di Lugano, 2000 – etc.) svolge attività cameristica collaborando stabilmente con musicisti di chiara fama, quali Marco Zoni (I flauto solista del Teatro alla Scala di Milano), Enrico Maria Baroni (I clarinetto solista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI), Nicolas Baldeyrou, Fabio Di Casola, Nicola Miorada, Mate Bekavac, Francesco Ugolini, Novalis-Spohr Ensemble, Sara Mingardo, Volker Vogel. Sue opere sono state eseguite in Italia, Francia, Polonia, Svizzera, Islanda, Lettonia, Russia, Bosnia, Malta, Canada da artisti di chiara fama quali Danilo Rossi, Massimiliano Motterle, Kristjàn Jòhannsson, Quintetto Bibiena, Quartetto Ebano, Coenobium Vocale, Marco Fornaciari, Mario Stefano Pietrodarchi, Luca Lucini, Ensemble Orchestral “Stringendo” di Parigi, Ensemble “Voce di donne” di Parigi, etc. e radiotrasmesse da RAI-Radio3, Radio Svizzera Italiana, Radio nazionale di Croazia, Radio Vaticana. Pubblica per Eufonia e Kelidon. È docente di pianoforte e direttore artistico presso l’Accademia “S. Carlo di Salò” e, dal 2004, è responsabile organizzativo dell’associazione MuSa – Musica Salò e, dal 2013, ricopre l’incarico di docente di teoria ritmica e percezione musicale presso il Conservatorio di Adria (Rovigo).