Paola Turci sarà ospite del Premio Tenco; in libreria la sua autobiografia, “Mi amerò lo stesso”

Paola Turci sarà ospite del Premio Tenco, il 2 ottobre a Sanremo. Nella paola turci (piu' a fuoco)serata inaugurale del quarantennale della rassegna della canzone d’autore, dedicata quest’anno alle Resistenze – al potere, ma anche resistenze artistiche, culturali, musicali, di creatività, di costume, di linguaggio – omaggerà uno dei padri della canzone d’autore russa, Bulat Okudžava, Premio Tenco 1985. Accompagnata dall’orchestra del Maestro Rocco Marchi, Paola Turci canterà, sul palco del Teatro del Casinò di Sanremo, un brano del celebre cantautore e poeta russo di origine georgiana, tradotto in italiano da Alessio Lega.
“Questa è la mia seconda volta al Premio Tenco – ha commentato Paola – . L’ho sempre visto e soprattutto immaginato da lontano, quando, in un’altra stagione, mi capitava di passare per il palco di quel teatro, di quella città, che ha visto cantare sognare e morire il nostro tra i cantautori più struggenti e poetici. Ho partecipato per la prima volta al Premio nel 2007 per cantare proprio un brano di Luigi Tenco, “E se ci diranno”, una canzone che fa parte del “Tenco e la protesta” e che avevo precedentemente registrato in un mio album nel 1995. Tornare al Premio Tenco nel suo anniversario e nell’edizione dedicata a un tema così importante come le Resistenze, in un periodo storico dove Resistere non è solo una necessità ma anche un obbligo, mi fa doppiamente piacere”.
Paola, che ha compiuto cinquant’anni da meno di un mese, ha recentemente dato alle stampe l’autobiografia dal titolo “Mi amerò lo stesso”, in uscita per Mondadori il 30 settembre 2014. La cantautrice romana ha inoltre concluso da pochi giorni il suo fortunato “Special Tour 2014”, una lunga serie di concerti in giro per l’Italia tenuti in località suggestive e arricchite dall’intervento di amici e ospiti, da Marina Rei a Paolo Fresu.

RobertoMichels

* Foto di © Paola Paloscia

Ultima revisione articolo: