A Villa Coldinava cresce la cura dalla dipendenza del gioco d’azzardo; Bonjean: “Ci poniamo come polo di riferimento per le province di Imperia e Savona”

A Villa Coldinava a Pornassio cresce la cura dalla dipendenza del gioco Slotd’azzardo. In questa struttura, gestita dalla Cooperativa Sociale Il Faggio, sono più di 20 i pazienti che in questi ultimi tre anni sono stati sottoposti a cure specifiche per questa patologia che la crisi ha ulteriormente alimentato. A questi vanno aggiunti una trentina di pazienti colpiti da altre dipendenze come alcool e cocaina.

RobertoMichels

“Ci poniamo come polo di riferimento per le province di Imperia e Savona per il trattamento breve delle dipendenze patologiche come questa – spiega il direttore de Il Faggio, Antonio Bonjean –. I trattamenti esistono, ma ci vuole formazione ed esperienza. Il finanziamento della Regione Liguria di 200.000 euro è un segno che il fenomeno non è sottovalutato”.

Una dipendenza, quella dal gioco d’azzardo, che comporta danni molto seri: finanziari, psicologici, sociali.

“Occorre che venga riconosciuta a tutti gli effetti come una patologia – conferma Barbara Canestro, psicologa e responsabile della struttura di Villa Coldinava dove vengono trattate anche le dipendenze più classiche come quelle causate da alcool e cocaina -. Intere famiglie per questo problema vengono distrutte, situazioni economiche consolidate vanno all’aria in breve tempo. È un fenomeno che colpisce soprattutto le classi medio – basse da un punto di vista sociale. La presenza di strutture come la nostra sul territorio diventa fondamentale”.

Ultima revisione articolo: