Loano: nominato il nuovo Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Simone Stella-Leone Grossi

Il Sindaco di Loano, Luigi Pignocca, ha nominato il nuovo Consiglio LUIGI PIGNOCCA_DSC4607 2012 Orizz01d’Amministrazione della Fondazione Simone Stella-Leone Grossi. “A seguito delle dimissioni del precedente CdA, al quale va il mio personale ringraziamento per il lavoro svolto, – dice il Sindaco Luigi Pignocca – così come previsto dallo statuto della Fondazione ho proceduto alla nomina dei nuovi membri. Comporranno il Consiglio della Fondazione: Gian Riccardo Ferrari, Martina De Bernardis, Manuela Zunino e Giuseppe Rembado.”
Lo statuto del Simone Stella-Leone Grossi assegna al Sindaco di Loano il compito di scegliere tre dei componenti del Consiglio e ai Gruppi Consiliari di Minoranza di indicare il quarto nome. Il quinto componente è il Parroco della Parrocchia di S. Giovanni Battista, Don Edmondo Bianco.
“Sono giunto solo oggi alla nomina del Consiglio, – dice Luigi Pignocca – a causa del mancato accordo tra i due Gruppi di Minoranza ai quali spetta l’indicazione del quarto componente. Già venticinque giorni fa, infatti, avevo individuato i nominativi di mia competenza. Ho promosso due incontri per tentare una mediazione che potesse portare alla condivisione di un candidato tra le due forze di Minoranza. Ma non c’è stato modo di fare esprimere loro un candidato unico. La Lista E’ Tempo è rimasta ferma sulle sue posizioni, mentre il Gruppo Misto ha ritirato la candidatura iniziale tentando una mediazione con la candidatura di Giuseppe Rembado. Non avendo trovato un accordo ho dovuto fare io una scelta. Il Consiglio d’Amministrazione gestirà in autonomia le attività della Fondazione e credo che i componenti nominati ben rappresentino la città. Nel designare il nuovo Consiglio ho anche espresso la candidatura di Gian Riccardo Ferrari per la carica di Presidente. A supporto di questa indicazione c’è il suo alto profilo professionale e la sua maturata esperienza di Amministratore Comunale, a cui si uniscono la grande disponibilità e l’impegno nel volontariato e la sua profonda conoscenza della storia e del tessuto economico e sociale della nostra città. Auguro al nuovo Consiglio buon lavoro.”
La Fondazione S.Stella Leone Grossi ha le sue origini da un lascito del benefattore Simone Stella che nell’anno 1862 aveva donato una ingente somma in denaro per la costruzione dell’asilo, eretto poi ente morale nell’agosto 1862 e da una iniziativa di raccolta fondi promossa da Don Leone Grossi, sacerdote loanese, promossa nel 1888 per la costruzione di un orfanotrofio, costituito ente morale nello stesso anno.
In data 13 novembre 1998 la Regione ha fuso i due istituti facendoli diventare un unico Istituto di Pubblica Assistenza e beneficenza. L’attuale Fondazione trae origine dalla trasformazione successivamente deliberata dalla Regione Liguria del 2003 che ha trasformato gli IPAB in Fondazioni di diritto privato.
L’attuale patrimonio della Fondazione oltre ai beni mobili è costituita dall’immobile dell’asilo S. Stella ove viene gestito dalla Fondazione per conto del Comune di Loano l’asilo comunale e la scuola materna, dall’immobile Don Leone Grossi sede del Comando polizia Municipale del Comune di Loano e del Centro Anziani Padre Ugolino nonché da un magazzino commerciale ed un appartamento in Piazza Rocca attualmente in locazione.
La Fondazione da Statuto impiega il suo patrimonio per scopi di assistenza, solidarietà ed utilità sociale, con scopo principale l’accoglienza dei bambini fino a sei anni.
Attualmente le attività prevalenti oltre alla gestione dell’asilo nido vi è la gestione della mensa della scuola dell’infanzia con una cucina in sede oltre svariate attività di assistenza.

offerteibslibri

Ultima revisione articolo: