Savona, ritardi nei lavori di riqualificazione di piazza del Popolo: le precisazioni di Lirosi e Delfino

Savona. “A proposito dei complessi lavori di ristrutturazione dei giardini Francesco Lirosilato nord di piazza del Popolo, si sottolinea come si sia cercato di addivenire a una progettazione il più possibile condivisa con i cittadini ed in particolare con i residenti della P.zza del Popolo”. Le precisazioni sui ritardi nei lavori riqualificazione della piazza arrivano dall’assessore ai Lavori Pubblici, Franco Lirosi, e dal Dirigente LLPP Marco Delfino.
L’Amministrazione Comunale, spiegano, “ha ritenuto di eseguire incontri finalizzati ad esaminare le singole osservazioni e trovare soluzioni soddisfacenti alle varie richieste. Tali incontri sono iniziati sin dalla primavera del 2013 e si sono ripetuti in numerose occasioni. Ad ogni incontro con i rappresentanti del Comitato sono seguite modifiche ed integrazioni al progetto, sempre per venire incontro ai loro desideri. Pertanto, solamente dopo l’ultima riunione, avvenuta a fine aprile 2014, è stato redatto il progetto definitivo di cui trattasi, approvato dalla Giunta Comunale in data 17/07/2014.  Inoltre, trattandosi di bene vincolato ai sensi del D.Lgs. 42/2004, l’iter procedurale per la definitiva approvazione ed indizione della gara per l’esecuzione dei lavori prevede l’ottenimento del parere da parte della Soprintendenza ai BB.AA. della Liguria. Tale parere può essere rilasciato solamente con la presentazione di tutta la documentazione progettuale (comunque, già predisposta ed approvata), peraltro altresì accompagnata da una relazione storica-artistica del bene, comprendente la completa cronologia delle trasformazioni storiche dell’edificio (e o del sito)”.
“Il progettista incaricato ha dovuto eseguire approfondimenti al fine di rilevare notizie storiche inerenti le varie trasformazioni della piazza ed in particolare: – Piano Regolatore del 1856 degli architetti Cortese e Galleano; – variante Tissoni e Frumento nel 1865; – costruzione delle stazione ferroviaria nel 1860 – 1870; – demolizione della stazione ferroviaria del 1980; – ultima riqualificazione dei giardini di piazza del Popolo, avvenuta nel decennio ’80-’90. Solo a completamento di tale indagine il progetto è stato trasmesso alla Soprintendenza ai BB.AA. della Liguria per l’ottenimento del prescritto titolo autorizzativo. Il Comune non ha potuto prescindere da tale iter procedurale (previsto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) che, pearltro, in altre occasioni, non era stato specificatamente richiesto dalla Sovrintendenza ai BB.AA”.
“Anche se il ritardo è reale (dovuto alle sopra citate cause) pare agli scriventi del tutto prioritaria la valutazione dell’importanza e della bontà dell’intervento, che: sana un sito in centro città, oggi degradato; permette un suo utilizzo pratico ed efficiente per manifestazioni di vario tipo, nella parte comprendente palco e sedute; facilita la frequentazione dei giovani, che usufruiranno di appositi impianti ludici e sportivi; favorisce la presenza di mercati e simili manifestazioni commerciali, che potranno utilizzare apposite apparecchiature dedicate; riordina la viabilità della zona e la dislocazione dei parcheggi, che non verranno sostanzialmente diminuiti; cura particolarmente il verde pubblico, anche con nuove piantumazioni”, conclude la nota di Lirosi e Delfino.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: