Con “The British Night” Alassio rende omaggio alle sue radici inglesi

Installazioni artistiche, una mostra di opere a tema, proiezioni e, anglicananaturalmente, musica. È il programma di “The British Night” in calendario per domenica 7 settembre, alle 21,30, nell’ex Chiesa Anglicana, ad Alassio. L’intera serata, organizzata dall’associazione Sinapsi in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Alassio, vuole essere un omaggio alla tradizione della città e ai trascorsi della comunità inglese che ad inizio secolo abitava Alassio. Non è casuale la scelta della sede dell’evento: l’ex Chiesa Anglicana, cuore della colonia d’oltre Manica installata nella Baia del Sole e di un’eredità culturale che vede la città del Muretto sede di un ampio fondo librario inglese, secondo solo a quello di Firenze.
Studiata anche la scelta del programma musicale che farà da colonna sonora dell’evento: la band My Gurus si esibirà, infatti, in un tributo ai Beatles. Sul palco sei musicisti provenienti dalle più diverse esperienze artistiche ed accomunati da una grande passione per la musica del quartetto di Liverpool. Il gruppo, composto da Salvatore Coco, Ivano Vigo, Andrea Minetti, Eros Crippa, Simone Perata ed Ezio Secomandi, attinge dalla produzione delle origini fino agli ultimi album più sperimentali, senza rinunciare ai pezzi noti al grande pubblico.
La band dispone di un vasto repertorio di oltre 60 pezzi che spaziano da “A hard day’s night” a “Dai tripper”, da “Michelle” a “Let it be”.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: