Infrastrutture: verso il rifinanziamento dei lavori per il Terzo Valico; sarà intitolato a Giuseppe Manzitti

“Oggi il Terzo Valico e domenica la Concordia: così Genova e la Liguria paitadimostrano al Paese di essere un centro eccezionale di eccellenza e di qualità tecnica, facendo vedere così’ quello che il nostro territorio sa fare, lanciando una sfida sul tema del lavoro per conquistarne sempre di più, a partire dalle infrastrutture e dalle riparazioni navali”. Lo ha detto oggi l’assessore regionale alle infrastrutture, Raffaella Paita nel corso del sopralluogo del Ministro Lupi al cantiere ligure del Terzo Valico a Borzoli e in Valpolcevera, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, dell’assessore regionale al lavoro Enrico Vesco, dell’assessore regionale al bilancio, Pippo Rossetti, del sindaco di Genova, Marco Doria, oltre ai vertici di RFI.

“La ragione che ci ha indotti a fare questo sopralluogo – ha detto Paita – è per dimostrare lo sblocco del cantiere di un’opera che ha diritto, più di altre, ad essere finanziata per le parti che mancano. Oggi siamo di fronte a tutti i cantieri approntati, con i primi due lotti finanziati, a cui serve aggiungere l’ulteriore finanziamento del terzo lotto costruttivo con la legge di stabilità”.

L’assessore Paita ha inoltre ricordato che “è stato risolto, grazie alla collaborazione con RFI e Cociv, anche il problema dello stoccaggio delle terre da scavo, a dimostrazione della volontà di procedere per collegare Genova e la Liguria all’Europa”. “Vorremmo intitolare il Terzo Valico a Giuseppe Manzitti, un protagonista della storia industriale genovese e italiana del ‘900 e guida dell’associazione degli Industriali per oltre 30 anni, oltre che una persona senza la quale l’opera non sarebbe partita”, ha poi aggiunto a margine del sopralluogo: “L’intitolazione a Manzitti – ha detto Paita – non è un aspetto marginale, ma rappresenta il simbolo di quanto questa città ha saputo e continuerà a fare”.