Ceriale, Festival dei monologhisti: secondo appuntamento con Marco Rinaldi e “Cenere”

Martedì 22 luglio, alle ore 21, presso il Teatro C.Vacca di Peagna, è in Marco Rinaldi 3programma il secondo appuntamento del Festival dei Monologhisti, organizzato dalla Pro Loco di Ceriale con il patrocinio dell’Assessorato a Cultura e Turismo del Comune.

Dopo “Costante, la nuvola”, delicata e poetica storia dell’indimenticabile ciclista Costante Girardengo, è la volta di uno spettacolo equilibrato fra dramma e ironia, importante perché affronta un argomento oggi quasi del tutto trascurato, se non irriso o, peggio, disprezzato. Importante anche moralmente, perché recupera la dimensione umana dei resistenti e anche quella dei vinti.

Un giovane sta svuotando l’appartamento in cui abitava il nonno, nel centro storico di Genova. L’anziano, deceduto da poco, è stato prima staffetta, poi combattente partigiano con il nome di battaglia Cenere e conservava i ricordi di quegli anni: in pratica solo un berretto indossato in montagna per ripararsi dal freddo, in un vecchio baule, che non aveva mai premesso al nipote di aprire.

Sarà proprio grazie a quell’involucro che il ragazzo, divenuto uomo, potrà rivivere alcuni momenti della storia trattati con intelligenza, restituendo anche alle fasi eroiche quella dimensione umana, senza la quale si sprofonda nella retorica.

Il tutto grazie alla lunga esperienza comica di Marco Rinaldi, acquisita con I soggetti smarriti, trasferita in una prestazione matura e abilmente sfaccettata. Lo spettacolo è tratto dal volume “Cenere” di Lazzaro Calcagno, Matteo Monforte e Marco Rinaldi, per la regia di Lazzaro Calcagno.

L’ultimo appuntamento del Festival dei Monologhisti è in programma giovedì 31 luglio, con “Se l’Amore è un Si (sì, l’amore è un se)”, uno spettacolo PoetiComiCanoro scritto e cantato da Massimo Ivaldo e Federico Foce.

L’ingresso è gratuito per tutti gli appuntamenti in programma.