Domenica entrerà nel vivo il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana

Domenica 20 luglio entrerà nel vivo il Premio Nazionale Città di Loano per 2oluglio danzela musica tradizionale italiana. Per sei giorni la città ospiterà concerti, stage, ballo in piazza, mostra fotografica e incontri con musicisti e giornalisti. I concerti sul lungomare e in piazza, così come gli incontri pomeridiani, racconteranno le “voci” più significative della cultura musicale tradizionale, ripercorrendo l’Italia dal sud al nord, con uno sguardo attento alla “voce” delle donne.

A ricordare il decennale del festival, dedicato alla produzione contemporanea di musica tradizionale di radice italiana, è la mostra 10 ANNI DI MUSICA TRADIZIONALE che da ieri pomeriggio dipinge con grandi immagini a colori e in bianco e nero le vie del centro storico della città. Si tratta di un viaggio nella memoria del festival percorso attraverso i personaggi e le atmosfere che hanno animato le tante serate del Premio, ritratti realizzati dai fotografi Silvio Massolo e Martin Cervelli.

A dare il via al festival sarà domenica 20 luglio, nei Giardini Caduti di Nassiriya, alle ore 21.00, lo stage dedicato al ballo siciliano. Margherita Badalà offrirà gli elementi di base del “ballettu”, danza vibrante di ritmicità dalle origini agro-pastorali. Studiosa, ricercatrice e insegnante delle danze tradizionali del sud Italia, Margherita Badalà è direttrice della Scuola triennale di Formazione in Danze Tradizionali del Sud Italia a Catania.

Nel 2002 ha iniziato una ricerca sulla danza tradizionale in Sicilia e in particolar modo nell’area dei Peloritani dove ha approfondito la conoscenza del Ballettu del quale ha avviato la riproposizione tramite l’insegnamento, le feste rituali e le conferenze.

Lo stage proseguirà lunedì 21 luglio e si chiuderà con una festa da ballo, che si svolgerà alle ore 21.30 in piazza Rocca.

La serata intreccerà suoni e danze della Trinacria con quelli dell’Occitania. Ospiti della serata saranno il gruppo musicale siciliano Unavantaluna e quello piemontese Senhal.

Unavantaluna cumpagnia di musica sixiliana è un ensemble di musicisti uniti dalle comuni origini siciliane e dalla passione per le arti e le tradizioni popolari della loro terra. Sin dalla nascita del gruppo, sono forti la necessità di unire il passato con il presente e il desiderio di ricercare un possibile equilibrio fra tradizione ed innovazione musicale. La vittoria del Premio Andrea Parodi 2013, dedicato alla World Music, conferma la validità del loro percorso artistico, culminato nell’ultimo lavoro discografico “Isula Ranni”, contenente il brano premiato “Isuli”.

Presente sulla scena musicale da una ventina d’anni, Senhal propone musica che spazia tra la rivisitazione di brani tradizionali delle valli occitane del cuneese e la nuova composizione. Il linguaggio della musica occitana è il mezzo espressivo, l’occasione per tentare un discorso originale che definisce il suono tipico e unico del gruppo Senhal. L’intento evolutivo delle nuove composizioni risulta quindi un tentativo di coniugare forme espressive personali con la specificità della tradizione.

Il programma del festival sarà arricchito, anche quest’anno, dall’iniziativa pomeridiana (ore 18.30 – Giardini Caduti di Nassiriya) il “Premio Incontra…”, organizzata in collaborazione con etichette, artisti, giornalisti ed operatori culturali che saranno a Loano per promuovere i loro progetti.

Lunedì 21 luglio Silvio Peron presenterà il suo ultimo album “Eschandihà de vita – Storie di personaggi delle Valli Occitane in Piemonte”. Silvio Peron nel disco si è avvalso della collaborazione di diciassette musicisti e cantanti di diversa provenienza, da Bologna a Marsiglia, che in parte hanno curato anche gli arrangiamenti. Ogni brano presenta quindi atmosfere, timbriche e arrangiamenti molto diversi. Dal punto di vista dei testi, ciascun personaggio parla in prima persona e nella variante di lingua d’oc del proprio paese di origine, con lo scopo, tra l’altro di mettere in risalto la musicalità data dalle caratteristiche di ognuna.

L’incontro sarà condotto da Ciro De Rosa.

Il Premio Città di Loano, sotto la direzione artistica del giornalista musicale John Vignola, è organizzato dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con il contributo della Regione Liguria, Fondazione A. De Mari e il patrocinio della Provincia di Savona, dell’ANCI e del MEI.

L’evento è organizzato con il contributo e la collaborazione di Doppia J srl Gestione Supermercati, Grand Hotel Garden Lido e Hotel Excelsior, Tecnica.

Il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana ha ricevuto anche quest’anno il prestigioso riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana.