APalazzo Nervi seminario di aggiornamento “La riforma del servizio di distribuzione del gas naturale”

Si è svolto questa mattina, nella Sala Mostre di Palazzo Nervi, il seminario Seminario Gas Savona 17-7-2014di aggiornamento “La riforma del servizio di distribuzione del gas naturale – Istituzione degli ambiti territoriali minimi: l’Atem Savona 1 – Sud Ovest”.

Il servizio di distribuzione del gas naturale è un servizio pubblico, esercitato in esclusiva per ogni Comune che ne usufruisce e regolamentato dal D.Lgs 164/2000.

Questa legge stabilisce alcuni principi fondamentali: il servizio di distribuzione del gas naturale è un servizio pubblico affidato dagli Enti Locali mediante gara; i poteri d’indirizzo, di vigilanza, di programmazione e di controllo sul servizio di distribuzione del gas naturale sono esercitati dagli Enti Locali.

In anni recenti il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero per i rapporti ragionali, ha emanato una serie di norme che istituiscono gli ambiti territoriali minimi, sono 177 e interessano circa 6.950 Comuni, definendone l’articolazione territoriale e i criteri per lo svolgimento delle gare per i nuovi affidamenti del servizio di distribuzione del gas a livello d’ambito.

La Legge n. 9 del 21 febbraio 2014, che recepisce con modifiche il DL 145/2013, e il DM 22 maggio 2014 che introduce le linee guida, prevedono novità significative nei criteri stabiliti per la valutazione delle reti di distribuzione del gas.

“La Provincia di Savona, in base a quanto previsto dalla normativa, è stata individuata come stazione appaltante per la gestione della gara di affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale, in forma associata, del bacino denominato Savona 1 – Sud Ovest.

Il seminario di oggi prende spunto dalle norme vigenti e dall’esperienza maturata dall’entrata in vigore del DM 226/2011″, dichiara il Presidente Angelo Vaccarezza: “Un incontro organizzato dall’Ente provinciale per esaminare, con grande attenzione, le criticità rilevate e le opportunità emerse in questi mesi di lavoro da parte di coloro che si stanno occupando della programmazione e predisposizione delle gare gas. Un impegno importante per attuare tutte quelle procedure necessarie per valorizzare, adeguatamente, patrimonio e servizio pubblico.”