Cisano, a Live for Children primo concerto italiano per Janysett Mc Pherson

janysett locandinadi Alfredo Sgarlato – Ieri sera a Cisano abbiamo avuto il piacere di assistere a una prima nazionale: la cantante e pianista cubana, ormai da tempo residente in Francia, Janysett Mc Pherson ha tenuto il suo primo concerto in Italia, nell’ambito della quarta edizione di Live for Children, evento organizzato dall’Associazione Le Rapalline in Jazz insieme alla Pro Loco. Janysett, che suona piano a coda e piano elettrico Rhodes, accompagnata dal compagno Dominque Viccaro alla batteria e da Christian Pachiaudi al basso elettrico, stupisce il pubblico sin dalle prime note. Il primo tema eseguito, la splendida “Lush life”, per me la più bella composizione di Billy Strayhorn, è resa irriconoscibile, stravolta da un tempo di batteria in levare. La seguente “God bless the child”, cavallo di battaglia di Billie Holiday, diventa un martellante funky blues. La giovane musicista canta con voce scura e profonda, sul modello di Sarah Vaughan, per fortuna l’opposto di quel modello alla Nora Jones che va tanto di moda, ed ha un’escursione vocale notevole, anche sugli acuti. Al piano muta stile a seconda dei brani, a volte è più martellante, a volte più lirica, partendo da brevi sequenze di note che poi sviluppa in frasi complesse sui toni alti. Basso e batteria, come capita ai musicisti di tecnica formidabile, suonano in modo apparentemente semplice, Pachiaudi si produce anche in un paio di notevoli a solo.

janyseett

Il trio alterna jazz, soul, ballate latine (non le mie preferite), ritmi cubani. Non manca l’omaggio ad Henry Salvador, grande jazzista e attore francese, e quello all’Italia che ovviamente è “Estate”, un brano che ha reso i suoi autori ricchissimi. Nel finale Janysett coinvolge il pubblico in un gioco, cantare con lei refrain diversi. Moltissimi gli applausi per una musicista ancora poco nota, per quanto abbia già suonato coi maggiori solisti sia cubani che francesi, ma dal talento indiscutibile: complimenti al direttore artistico Alessandro Collina per averla scovata. L’incasso della serata, a offerta libera, è andato all’Associazione A.M.A. che si occupa del sostegno alle famiglie con figli autistici e al loro inserimento nel quotidiano. Il nostro ringraziamento all’Associazione Le Rapalline in Jazz che ha fatto centro ancora una volta facendoci scoprire un’artista che incanterà il mondo della musica.

jany

Foto di Giacinto Bona

Ultima revisione articolo: