Liguria, semplificazioni per contrassegno veicolare disabilità grazie a nuovo sistema informatico ASL / INPS

La Giunta regionale ha approvato oggi il varo di un nuovo sistema lorena Rambaudi new1 xG00informatico che mette in comunicazione le ASL liguri e l’INPS per l’acquisizione del contrassegno veicolare in caso di disabilità e degli eventuali altri benefici che ne derivano, senza più doppie visite per i pazienti. Lo ha reso noto oggi l’assessore regionale al welfare Lorena Rambaudi insieme al direttore dell’INPS della Liguria Fabrizio Ottavi presentando l’accordo tra i due Enti che semplificherà la vita a tutti i disabili liguri.

Sarà infatti possibile per l’INPS, attraverso il nuovo sistema informatico, messo a punto da Datasiel che sarà pronto entro un mese, acquisire le informazioni in possesso della Regione e inviati dalle ASL competenti relative alle dichiarazioni di disabilità, verificando direttamente il diritto all’indennità, la misura dell’assegno sociale o di invalidità civile e anche l’eventuale contrassegno per la macchina, senza effettuare altre visite presso l’Istituto di previdenza.

Il disabile andrà in Comune a ritirare il contrassegno veicolare e non sarà più necessaria un’ulteriore verifica per l’accertamento del diritto ad avere il contrassegno come avveniva prima. Si tratta della terza regione in Italia, dopo la Regione Puglia e la Regione Toscana, ad aver fatto un disciplinare tecnico per comunicare al medico legale quali sono le persone che hanno diritto al contrassegno, evitando dunque che i cittadini disabili possano incorrere nell’autonomia di interpretazione dei singoli medici. Non tutte le persone invalide hanno infatti diritto al contrassegno veicolare, ma solo quelle che presentano una patologia agli arti inferiori o problemi di deambulazione.