Il comune di Zuccarello acquisisce il forte militare di Monte Arena

Sfruttando il federalismo demaniale, il Comune ha presentato a novembre Stefano Mai 20112013 all’Agenzia del Demanio “domanda di attribuzione a titolo non oneroso di beni di proprietà dello stato” con riferimento appunto al citato forte militare. In questi giorni, è pervenuto al Comune di Zuccarello il parere favorevole alla richiesta di trasferimento del bene in questione e ne è stata deliberata deliberata l’acquisizione dal Consiglio Comunale. Nei successivi giorni il Ministero della Difesa procederà al trasferimento dell’immobile al Comune.

«Il Forte di Monte Arena – spiega il sindaco Stefano Mai – riveste per il territorio, un’importanza strategica per le finalità di valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune in quanto lo stesso, può essere messo in rete con il Castello, il Forte di Poggio Grande, lo Sbarramento di Zuccarello, ma anche lo stesso centro storico, e rappresentare un’offerta turistica unica nel suo genere. Si tratta di una struttura difensiva totalmente interrata eretta sull’ultimo tratto di catena montuosa che divide la Val Neva dalla Val Pennavaire».

«Attualmente è visitabile solamente il primo piano composta da circa 15 stanze collegate tra di loro da un lungo corridoio/cunicolo che si sviluppano su circa 200 m2. Pare che vi siano altri 2 piani sotterranei che però non sono accessibili, probabilmente distrutti dai tedeschi in ritirata nel 1945. Da anni sono interessato a questa struttura che credo potrà rafforzare notevolmente il pacchetto turistico, certo a medio lungo termine, con la creazione del circuito delle fortezze del territorio». «Sono davvero soddisfatto di questo ennesimo risultato che consegna alla cittadinanza un’altra emergenza storica che porterà beneficio allo sviluppo turistico del borgo. Alcuni anni fa – conclude Mai – la mia amministrazione si è anche accaparrata il “piede” della torre legata alla “Porta del Piemonte” situata all’ingresso nord del centro storico».