Centri anti-violenza, Rambaudi a Governo: “subito il trasferimento dei fondi alle Regioni”

“Chiediamo che i fondi stanziati dal Governo contro la violenza di genere e lorena Rambaudi new1 xG00per mantenere in attività la rete dei centri anti-violenza vengano immediatamente trasferiti alle regioni”. Lo dice Lorena Rambaudi, coordinatrice delle politiche sociali in Conferenza delle Regioni e assessore al welfare della Liguria dopo la proposta di riparto dei fondi presentata dal Governo a favore dei centri anti-violenza e delle case rifugio per un totale di 17 milioni a livello nazionale di cui 360mila euro per la Liguria.

La proposta di riparto riguarda 10 milioni di euro per il 2013 e 7 milioni per il 2014 in un’unica soluzione. “Si tratta di risorse – spiega Rambaudi – aggiuntive a quelle regionali per sostenere i servizi e aprirne nuovi nelle regioni più sguarnite. Fondi destinati ai servizi gestiti dagli enti pubblici o dalle associazioni femminili”.

E a questo proposito la coordinatrice al welfare delle regioni fa sapere che già la prossima settimana è prevista a Roma una riunione con una rappresentanza di associazioni femminili per definire i criteri di distribuzione dei fondi che verranno condivisi fra livelli istituzionali e associazioni stesse. “L’obiettivo – conclude Rambaudi – è quello di ottenere quanto prima il trasferimento dei fondi alle regioni e lavorare per migliorare il sistema integrato e a questo proposito chiediamo al Governo di riconvocare la task force nazionale, per definire il piano e avere un interlocutore politico nell’esecutivo”.