Sabato Mario Giordano presenta ad Alassio il suo libro “Non vale una lira”

Una denuncia degli sprechi e dei costi della politica, ma anche un’analisi locandina Giordanoeconomica dettagliata della moneta unica: è il contenuto del libro “Non vale una lira” di Mario Giordano. Il direttore del TG4 sarà ad Alassio, sabato 5 luglio, a partire dalle 21,30, quando, nella piazza antistante il palazzo comunale, presenterà il volume edito da Mondadori, in un’intervista realizzata da Bruna Magi. L’incontro risponde all’intento di approfondimento che porta in città scrittori contemporanei ed esponenti del mondo letterario.

“Proseguono – dichiara l’assessore alla Cultura, Monica Zioni – gli appuntamenti promossi da biblioteca civica e Comune allo scopo di fornire opportunità di riflessione, a volte in campo letterario, altre – come in questo caso – sul fronte dell’attualità. Proponiamo il punto di vista di un giornalista e scrittore su una tematica di grande interesse per la quotidianità, certi di suscitare curiosità e stimolare il dibattito che da sempre è fonte di democrazia”.

“Mario Giordano dimostra, numeri alla mano, la tesi secondo cui la scelta di entrare nell’euro è stata per il nostro paese un vero e proprio autogol, in linea con la sensazione avvertita ogni giorno da un sempre maggior numero di italiani e con quanto sostenuto da tempo da molti economisti”.

Giornalista e scrittore italiano, dal 24 gennaio 2014 Giordano è direttore del Tg4. La sua carriera, iniziata al settimanale cattolico di Torino “Il nostro tempo”, ha toccato le principali testate informative nazionali. Si è occupato di sprechi e costi della politica fin da quando andava in giro in bicicletta ai tempi del “Pinocchio” di Gad Lerner. Ha diretto il quotidiano “Il Giornale” e, sulle reti mediaset, “Studio Aperto”, “Lucignolo” e “L’Alieno”, oltre al canale all-news TGcom24 e a Videonews.

Con Mondadori ha pubblicato: “Silenzio, si ruba”, “Chi comanda davvero in Italia”, “Waterloo! Il disastro italiano”, “L’Unione fa la truffa”, “Attenti ai buoni”, “Siamo fritti”, “Senti chi parla”, “5 in condotta”, “Sanguisughe e Spudorati”.