Andora, sindaco Demichelis: No ai bivacchi dei turisti, all’abusivismo commerciale e all’accattonaggio

No deciso ai bivacchi dei turisti sulle aiuole della passeggiata a mare, ANDORA LE AIUOLE SULLA PASSEGGIATAall’abusivismo commerciale e all’accattonaggio per le vie di Andora. Più vigilanza notturna per evitare che Ariston e villa Laura diventino dormitori per clandestini. Il sindaco di Andora Mauro Demichelis si accinge a varare un piano di tutela della sicurezza pubblica ed dell’immagine della località balneare ligure che vuole proporsi come meta per un turismo di qualità. Nei prossimi giorni saranno emesse una serie di ordinanze specifiche.

“Non saranno tollerati commercio abusivo nei luoghi pubblici e sulle spiagge, l’accattonaggio ed il bivacco sulle aiuole della nostra passeggiata a mare. A bilancio era previsto l’acquisto di un autovelox, ma ho preferito investire i fondi per divise, con pantaloncini e scarpe da ginnastica, per i nostri vigili urbani che inizieranno turni di contrasto al commercio abusivo sulle spiagge, oltre ai consueti turni serali. – dice il sindaco di Andora Mauro Demichelis -.Non voglio fare lo sceriffo, Andora non ha problematiche gravi, ma è necessario intervenire con ordinanze apposite per trasformarla in un piccolo gioiello dell’accoglienza turistica e contrastare i piccoli episodi di microcriminalità . Vogliamo garantire a turisti e residenti sicurezza e servizi di qualità e tutelare le attività economiche regolari”.

Anche ai turisti “mordi e fuggi” sarà chiesto di rispettare alcune regole. Nell’estate 2014 ci saranno più controlli per evitare, come già accaduto in passato, che alcuni prendano il sole sdraiandosi sulle aiuole davanti alla spiaggia libera attrezzata e sulla passeggiata a mare o di notte piantino le tende vicino ai palazzi sul lungomare.

“Abbiamo potenziato i turni di vigilanza, con guardianaggio privato, dalle 18 all’una di notte, nelle zone dell’Ariston per evitare che diventi un dormitorio per clandestini, venditori ed accattoni e che qualcuno pianti le tende di notte nella zona attigua, davanti alle case che danno sul mare” – spiega il sindaco Demichelis – il turismo mordi e fuggi del fine settimana è una realtà, ma non vogliamo che la gente dorma in macchina o metta in pericolo il decoro di alcune zone di zone della passeggiata trasformandole in campeggi: è nostra priorità garantire un buon soggiorno soprattutto a coloro che hanno la seconda casa e sono ospiti delle nostre strutture turistiche. Ai pulman turistici che arrivano ad Andora in giornata chiediamo rispetto delle regole ed educazione. Non vogliamo che la gente prenda il sole sdraiandosi sulle aiuole: possono trasferirsi nella spiaggia libera che da quest’anno si è ampliata nella zona attigua all’Ariston”.

La prima ordinanza vieterà l’accattonaggio per le vie di Andora. “È necessario stroncare fenomeni di piccola delinquenza connessi a queste presenze che già si sono verificati. L’accattonaggio è fastidioso per i turisti, crea difficoltà ai residenti, soprattutto agli anziani, e crea tensioni con i commercianti, rendendo difficoltoso l’utilizzo ed il passaggio nelle zone pubbliche.– conclude il sindaco Demichelis.