Savona: presentato il Progetto 5 CM, campagna di sensibilizzazione e iniziative per promuovere l’accessibilità urbana

Presentato oggi a Savona il Progetto 5 CM, una campagna di Presentazione progetto 5cm Savona 3-6-2014sensibilizzazione ed un insieme di iniziative volte a promuovere l’accessibilità urbana, con particolare attenzione al problema delle barriere architettoniche e l’obiettivo di progettare e costruire, in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, un “ambiente” accogliente e adatto a tutti.

La campagna è sostenuta dall’Assessorato alla Promozione Sociale e Pubblica Istruzione del Comune di Savona: “Sosteniamo il progetto – dichiara l’Assessore Isabella Sorgini – perché riteniamo prioritario garantire a tutti i cittadini pari opportunità, anche rendendo lo spazio urbano aperto e accessibile, in un’ottica culturale prima ancora che strutturale. In questo modo la città è uno spazio vivo che cresce con i suoi cittadini. Siamo molto lieti che Savona abbia dato i natali al progetto e ci siamo impegnati in prima persona per attivare il coinvolgimento delle scuole savonesi in questa importante campagna di sensibilizzazione”.

Il Progetto si avvale di diversi strumenti ed iniziative e parte da Savona, per coinvolgere via via altre città, perché la città ha dato i natali a Paolo Badano, disabile da vent’anni, ideatore di “Genny”, l’innovativa carrozzina che utilizza una base auto-bilanciante Segway appositamente modificata ed adattata alle esigenze dei disabili; uno strumento che si è rivelato rivoluzionario per la migliorare la mobilità delle persone in sedia a rotelle.

Il Comune ha supportato l’uso di “Genny” fin dallo scorso anno quando, nella giornata del 10 agosto, in occasione della presenza a Savona della squadra Italiana di pesistica Paralimpica, è stato organizzato un tour “città accessibile” con partenza da Piazza Sisto IV e tappa presso “Lo Scaletto Senza Scalini”, la spiaggia con servizi di accessibilità anche alle persone con disabilità sostenuti dall’Amministrazione Comunale con gestione affidata alla Cooperativa Sociale Laltromare Onlus.

In quell’occasione Savona, unitamente alla promozione di una campagna di sensibilizzazione sul tema della disabilità, ha anche potuto testare la propria capacità ricettiva, ospitando i ragazzi della Nazionale e altre persone in sedie a rotelle.

Un esperimento utile anche perché ha dato lo stimolo alla creazione del portale web di accessibilità urbana www.5cm.it dove chiunque, dopo essersi registrato, può inserire dati relativi alla propria città e vedere l’indice di accessibilità, una percentuale ricavata dalla media di alcuni parametri (Accessibilità Reale, Cultura dell’Accessibilità, Quantità di punti noti); più segnalazioni vi saranno e più la percentuale salirà di livello.

“L’idea – dichiara Paolo Badano – è quella di unire turismo accessibile ad un percorso di crescita sociale passando dalla formazione nelle scuole, per finire con il mettere a disposizione un portale al quale tutti i cittadini possono accedere gratuitamente ed in ogni momento”.

“Data l’esperienza vissuta sulla propria pelle – spiega Genny Mobility Italy – Paolo Badano ha potuto constatare come in tema di accessibilità i dati vengano spesso gestiti in maniera frammentaria e con difficoltà di reperimento, con conseguenti problematiche di fruizione da parte dei cittadini. Circa 7 mesi fa, insieme al suo staff, ha iniziato a studiare una piattaforma online che cercasse di risolvere queste criticità e oggi presenta www.5cm.it , un’iniziativa che mira a sensibilizzare e portare qualcosa di utile e concreto ai cittadini. Savona inaugurerà il progetto e sarà il banco di prova di una piattaforma che mira ad espandersi il più possibile. In questa città sono state coinvolte nel progetto tre scuole, nello specifico le classi Prima B e Seconda A della Scuola Secondaria di primo grado Pertini, Quarta A della Scuola Primaria Carando, Classi Terze, Quarte e Quinte della Scuola Primaria Mameli. I bambini hanno partecipato a due incontri, il primo con un ragazzo disabile nel quale si è discusso a 360° di argomenti quali la vita su una sedia a rotelle, l’accessibilità, lo sport e l’integrazione. Il secondo con degli esperti di Geomatica che hanno illustrato i primi rudimenti legati al GPS ed il funzionamento della piattaforma di mappatura www.5cm.it. Il 6 Giugno, in piazza Sisto IV, a partire dalle ore 9, si svolgerà la giornata di “Mapping Party”, nella quale i bambini si cimenteranno nell’utilizzo della piattaforma e inizieranno a mappare il territorio”.

IL PROGETTO 5 CM – Il progetto 5CM nasce dall’idea di offrire alle Amministrazioni Comunali uno strumento in grado di rilevare l’accessibilità di servizi pubblici e privati aperti al pubblico con l’intento di rendere un servizio utile non solo al disabile e a chi l’accompagna, ma anche a tuta quella vasta area di persone che per cause temporanee, come essere bambini, o per chi trasporta un bagaglio o spinge un passeggino, intende capire con chiarezza “a che cosa andrà incontro” in termini di accessibilità e sicurezza d’uso dell’ambiente urbano.

La disabilità è oggi intesa come una condizione di salute in un ambiente sfavorevole. L’obiettivo è quello di coinvolgere tute le Amministrazioni Comunali mettendo a loro disposizione importanti elementi da valutare per realizzare una progettazione di ambienti pienamente accessibili e fruibili, orientando gli atti creativi all’inclusione sociale e all’uguaglianza, nel rispetto della diversità umana.

MAPPE – Mappare il territorio è parte fondamentale di questo progetto. L’obbiettivo è raccogliere e condividere dati utili relativi all’accessibilità di strade, edifici e esercizi pubblici e privati della città. Così facendo sarà possibile non solo verificare l’accessibilità di un edificio o di un hotel prima di visitarlo ma sarà possibile in tempo reale visualizzare percorsi accessibili e/o eventuali barriere architettoniche, pianificando così il nostro viaggio o itinerario localizzando servizi idonei, strade, parcheggi, ristoranti, hotel, etc.

TURISMO – Il turismo rappresenta non solo un fattore economico di straordinaria importanza ma anche uno strumento di conoscenza ed emancipazione personale. Per tutti questi motivi è oggi indispensabile garantire l’accesso all’esperienza turistica a tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni personali, sociali, economiche e di qualsiasi altra natura che possano limitare la fruizione di questo bene.

L’accessibilità, ossia l’assenza di barriere architettoniche, è la condizione indispensabile per consentire la fruizione del patrimonio turistico italiano. In europa si contano 133.000.000 potenziali turisti legati al mondo della disabilità, per una stima di 89 miliardi di euro di introito economico.

SCUOLA – Il censimento dei livelli di accessibilità e delle barriere Cover fumetti 5cmarchitettoniche di una città deve interessare anche le scuole. L’accessibilità urbanistica anche di un edificio scolastico è il requisito qualitativo che se garantito permette a bambine e bambini, ragazze e ragazzi di andare a scuola da soli e di esplorare e sperimentare in sicurezza e autonomia il proprio quartiere e la città. Sensibilizzare i giovani studenti nei confronti dell’accessibilità urbana è una condizione importante.

Abbiamo pensato di farlo attraverso la produzione di due fumetti. Il primo è “Lella la rotella & Dino il gradino” per le scuole primarie; un fumetto divertente ed intuitivo che con la sua semplicità e dolcezza sensibilizzerà i bambini non solo guarderanno le vie, gli edifci e la cità con occhi diversi ma potranno nello specifico essere parte attiva nella segnalazione di barriere architettoniche e accessibilità urbana.

Il secondo è “Angor hero” per le scuole primarie di primo grado; Un fumetto innovativo ed accattivante che narra la vita di un super eroe disabile. Una storia che farà fortemente riflettere su argomento come la disabilità, la tecnologia, lo sport e l’integrazione sociale con l’intento di diffondere un’accessibilità urbana.