Successo per la Casetta dell’acqua di Andora: più di diecimila litri di acqua erogata in meno di un mese

Più di diecimila litri di acqua erogata in meno di un mese. Ha sbaragliato 4 Casetta dell’acqua di Andoraogni previsione il successo riscosso dalla Casetta dell’acqua di Andora, inaugurata il 5 aprile scorso. Il dato ha superato le previsioni della ditta Biocasa che ha installato il dispositivo e che aveva ipotizzato una richiesta media di diecimila litri di acqua per la stagione invernale e di ventimila per quella estiva.

RobertoMichels

“Gli andoresi si sono dimostrati ancora una volta molto sensibili al tema del consumo sostenibile dell’acqua – ha detto il sindaco Franco Floris, commentando i dati – L’utilizzo dell’acqua potabile, abitualmente consumata in bottiglia, oltre a determinare un risparmio economico, ha risvolti positivi sull’ambiente. Dal 1997, abbiamo installato i primi dispositivi di depurazione dell’acqua e erogatori nelle scuole, nel campo sportivo di Andora ed ultimamente nel Municipio. Anche in questo caso i dati sono da record. Possiamo stimare di aver erogato in 13 anni qualcosa come 160mila litri di acqua corrispondenti a circa 38 quintali di PET in meno inviati in discarica”.

Dal 1997, infatti, il Comune ha installato nelle scuole materne, elementari e medie di Andora, nel campo sportivo e successivamente nel Municipio, apparecchiature di erogazione, filtraggio e addolcimento dell’acqua erogata da distributori e fontanelle a disposizione degli studenti, di trattamento per l’acqua destinata alla cottura dei cibi nelle mense, che hanno registrato un notevole successo. Dal 2009, in ogni impianto è stato installato un conta litri per verificare il volume di acqua erogata.

Si stima, infatti, un consumo medio annuo di 12.300 litri d’acqua che, in circa tredici anni, corrisponde a 160.000 litri di acqua erogati, corrispondenti a ben 320.000 bottiglie di plastica da mezzo litro non utilizzate.

“In questi anni l’installazione degli impianti ed il consumo di acqua a km zero, ha comportato un risparmio di energia e risorse ambientali pari a 13.000 litri di petrolio, 13.600 kg di anidrite carbonica e 64000 litri di acqua di processo corrispondenti a 38 quintali di PET in meno in discarica”, conclude Franco Floris.

Ultima revisione articolo: