Storia e dintorni: l’ultima fatica letteraria dell’albenganese Massimo Sannelli

di Claudio Almanzi – L’ultima fatica letteraria dell’albenganese Massimo Lettera di ragguaglioSannelli, quarantenne giornalista, poeta e scrittore, che ha all’attivo molti libri e pubblicazioni, è dedicata ad un evento storico avvenuto nel 1702: la visita di Filippo V di Borbone, “Serenissima Maestà Cattolica” a Genova. Il libro curato dal Sannelli, in collaborazione con il collezionista ed esperto bibliofilo Vittorio Laura, è stato pubblicato da Tormena Editore, con la prefazione di Federico Spinola e presenta la trascrizione integrale del testo edito del 1703.

RobertoMichels

Si tratta perciò di una preziosa chicca per storici e bibliofili, fedele riedizione di un antico testo, di autore sconosciuto, che ha raccontato l’ episodio, attraverso una lettera di ragguaglio inviata ad un altro personaggio ignoto, proprio relativa al passaggio di Filippo V di Borbone, re di Spagna, nell’allora Repubblica di Genova. Il palazzo di Sampierdarena, che ospitò Filippo V nel suo breve soggiorno genovese, oggi è sede del Liceo Statale “Gobetti”. “Si tratta- dice lo stesso Sannelli- di un testo rarissimo che riappare come per incanto dopo 311 anni. Ne esistono appena otto copie in Italia, sei si trovano a Genova, due nell’archivio storico della Biblioteca Berio e quattro nella Biblioteca Universitaria, una a Torino nell’Archivio di Stato, ed una, quella sulla quale ho potuto lavorare che è di proprietà un privato, Vittorio Laura, noto collezionista di libri genovese che qualche tempo fa ha acquistato il piccolo volume”.

Sannelli stesso spiega, nell’introduzione al volume che questo lavoro, si presenta “ non solo come una interessante testimonianza della Genova del 1702, ma anche come una vera e propria favola, dove ogni cronaca del passaggio di Filippo V viene descritta come meravigliosa ed incantata. Tutto in questa cronaca è sublime ed impeccabile, nell’accoglienza che un piccolo Stato, qual’era appunto la Repubblica di Genova, fece al sovrano di una delle più grandi potenze dell’epoca, la Spagna”. Filippo V era allora un giovane poco meno che ventenne, appena incoronato sovrano del potente impero spagnolo. Nel 1896 Michele Rosi scoprì che il committente della pubblicazione era ben noto e si trattava della stessa Repubblica di Genova impegnata agli inizi del Settecento in una grandiosa campagna promozionale di pubblicità occulta.

Massimo Sannelli, Maturità classica, genovese d’adozione, si è diplomato al conservatorio Paganini nel 1992. Nel 1996 si è laureato in lettere all’Università di Genova, con Edoardo Sanguineti. Redattore di riviste, editor, collaboratore di giornali on line, attore di cinema e teatro, artista, ha anche esposto sue opere a Roma, Trento, Genova, Sorrento, Mendrisio, Vicenza e Nizza. Per avere altre informazioni sul volume, o per poter richiedere il libro, è possibile contattare direttamente la libreria Bozzi Sannelli all’l’indirizzo di posta elettronica info@libreriabozzi.it .

Ultima revisione articolo: