Villanova d’Albenga: partiti i lavori per il potenziamento del sistema di videosorveglianza

Sette nuove telecamere saranno installate nelle prossime settimane sul cartello videosorveglianza 00territorio comunale di Villanova d’Albenga. In questi giorni, infatti, sono partiti i lavori per implementare il sistema di videosorveglianza che ad oggi vanta ben sei dispositivi dislocati tra il cuore e vie periferiche della cittadina della Val Lerrone, in modo da gestire i punti nevralgici del paese e le relative vie di accesso.

“Si tratta di un passo avanti nella gestione della sicurezza – dichiara il sindaco Domenico Cassiano -. Villanova è già un paese molto sicuro grazie all’impegno giornaliero della Polizia Municipale e delle forze dell’ordine e alla collaborazione con i Carabinieri presenti sul territorio, in particolare quelli della locale Stazione con i quali esiste una grande sinergia. La realizzazione di questo progetto consente di dotare il nostro paese anche di un sistema a tecnologia avanzata”.

Il piano di lavoro prevede la realizzazione di un sistema a ponti radio, dal costo di 40 mila euro, che in un prossimo futuro potrà essere implementato e quindi esteso anche nelle frazioni.

La base di ricezione e trasmissione dati del nuovo sistema di videosorveglianza, in grado di comunicare con tutte le telecamere da 5 GZ tramite antenne, è stata installata nel Villaggio Turistico “C’era una Volta”, mentre le telecamere Axix di tipo “WDR” saranno in grado di acquisire immagini appropriate anche in condizioni di scarsa illuminazione. Questi dispositivi di ultima generazione, infatti, potranno ottimizzare il flusso video in modo che nessuna parte dell’immagine risulti troppo chiara o troppo scura, per cogliere in modo dettagliato quanto captato dalle telecamere. I dati raccolti, inoltre, potranno essere conservati a lungo e quindi eventualmente essere messi a disposizione dalle forze dell’ordine in corso di indagine.