Loano, i Perturbazione chiudono un’ottima settima edizione di “Dischi Volanti”

di Alfredo Sgarlato – Terza e ultima serata per la settima edizione della I Perturbazionerassegna Dischi Volanti a cura della Compagnia dei Curiosi. La Biblioteca Civica di Loano ospita i Perturbazione, intervistati dal giornalista musicale John Vignola. Il gruppo, formatosi a Rivoli sui banchi del liceo una ventina di anni fa e diventato uno dei gruppi di punta dell’attuale scena musicale italiana, racconta la propria storia e esegue in versione acustica alcune della canzoni più amate dai fan, accorsi numerosi, come Agosto, L’unica, Se mi scrivi, Il senso della vite.

RobertoMichels

Dopo una lunga gavetta il gruppo trova la maturità artistica con “In circolo” (2002), considerato tra i cento migliori dischi di rock in italiano. Eppure il gruppo fatica a uscire dal mondo cosiddetto alternativo, finché le radio non scoprono Agosto e arriva persino la partecipazione al festival di Sanremo. Gigi e Tommaso, voce e chitarra, raccontano i gusti molteplici del gruppo, soprattutto la new wave e il cantautorato colto, la miscela che ha dato vita alla migliore musica italiana degli ultimi anni, dai La Crus agli Egokid passando per i Baustelle, ma anche la classica, il metal e i film di Lino Banfi, perché in loro l’anima demenziale convive con quella romantica.

La nascita del nome, che viene prima del gruppo, da una foto in gita scolastica, omaggio alla scena punk torinese. Molte domande vengono anche dal pubblico che – sia stavolta come per l’incontro con Davide Toffolo – presenta moltissimi ragazzi e non solo gli over 50 che si incontrano generalmente agli eventi culturali. Le canzoni dei Perturbazione, che sui dischi sono raffinatamente arrangiate, grazie anche alla collaborazione coi maggiori produttori artistici, da Fabio Magistrali a Max Casacci, non perdono minimamente nell’essere eseguite in versione minimale, prova di grande qualità di scrittura. Bella serata, la Compagnia dei Curiosi ci dà appuntamento a luglio per la decima edizione del Premio Città di Loano per la Musica Tradizionale.

Ultima revisione articolo: