Savona, “Un libro sospeso alla Ubik”: e se a “salvare” i libri e l’editoria fosse la solidarietà?

Da mercoledì 23 aprile, in occasione della Giornata internazionale del Libro alberi danzalibro, regala un libro a un lettore sconosciuto, o vai alla Ubik di Savona a vedere se c’è un libro regalato per te.

E se a “salvare” i libri e l’editoria fosse la solidarietà? Il successo della “catena del libro sospeso” lascia sperare che sia proprio la generosità dei lettori a garantire lunga vita ai nostri romanzi preferiti (e, di riflesso, alle amatissime piccole librerie di provincia). Immaginate di entrare nella libreria della vostra città e scoprire che c’è già un libro pagato che aspetta proprio voi sul bancone.

Sicuramente pensereste a uno scherzo, o a uno scambio di persona; solo dopo comincereste a capire di essere il fortunato lettore al quale uno sconosciuto ha fatto un dono, quello del “libro sospeso”. Vi tornerebbe allora in mente quella vecchia usanza napoletana del “caffè sospeso”, che consisteva nel lasciare un caffè pagato al cliente successivo che non avesse la possibilità di comprarlo da sé, e vi commuovereste stringendo fra le mani il libro, subito pronti a cercare il vostro titolo preferito per donarlo a uno sconosciuto lettore.

Questa splendida iniziativa, che si spera inneschi un intenso circolo virtuoso, è stata lanciata dalla libreria “Il mio libro” di Milano, e ora diverse librerie in tutta Italia stanno aderendo.

Funziona così: si acquistano due libri, uno per sé e uno per un altro cliente; il libro sospeso viene preso in custodia dal libraio, che funge da tramite e lo consegna nel corso della settimana successiva a una persona che entrerà in libreria. Il generoso lettore che fa il regalo può scoprire a chi è andato il suo pensiero chiedendolo al libraio o ricevendo una mail.

L’iniziativa come è evidente si rivolge essenzialmente a chi è desideroso di favorire la lettura tra i ragazzi al fine di invertire, seppure nel suo piccolo, la tendenza dei cittadini italiani sempre più lontani dalla lettura. ”Un Libro sospeso” alla Ubik, “quando la lettura diventa virale, contagiosa e ‘generosa’”…