Formazione e società: intesa su educazione alla legalità nel ponente ligure

Ha un suo logo specifico dal titolo “legalmente” che richiama insieme lealtà Pippo Rossetti 01e legalità, il protocollo d’intesa per il progetto educativo quadriennale sulla legalità che sarà siglato da Regione Liguria, Comune di Camporosso, Prefettura e Questura di Imperia, Libera, Avviso Pubblico, Forum Italiano Sicurezza Urbana e CE.S.P.IM.

Un’iniziativa educativa e sociale per diffondere la cultura della legalità e formare le coscienze dei giovani e dei cittadini ai valori della solidarietà, del senso civico, della cittadinanza attiva. Dai cineforum con proiezione di pellicole a tema, a laboratori nelle scuole e nel centro di aggregazione giovanile “La Rocca” di Camporosso, a interventi con personale qualificato, fino allo studio e alla realizzazione di nuovi sistemi di comunicazione con i giovani attraverso l’utilizzo di social network e seminari formativi.

“L’obiettivo – spiega l’assessore regionale alla formazione, Pippo Rossetti – è quello di promuovere tra i bambini, i ragazzi e i giovani l’acquisizione del concetto di “persona” come soggetto di diritti e di doveri”. Il progetto si basa su un partenariato ampio che coinvolge numerose scuole, Enti di formazione professionale, parrocchie, enti locali, associazioni, l’Associazione Antiracket e Antiusura della Provincia di Imperia, l’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Imperia, l’Asl 1 Imperiese, l’Unicef e la ASL 1 Imperiese.

“È necessario – conclude Rossetti – consolidare l’abitudine a considerare, quali riferimenti amici, tutte le Istituzioni che compongono la Pubblica Amministrazione centrale e locale, valorizzando e rafforzando l’operato dell’attività svolta da ogni organismo che la compone, per favorire il rapporto dei cittadini con gli stessi.”